” Ho immaginato una rosa di metallo che riposa sulla neve, ma che ha il carattere della passione. È una rosa piena di spine, non si sottomette. La sua fragranza allevia, stordisce e sorprende. Questo profumo è contraddittorio: deciso e consolante al tempo stesso.” Serge Lutens presenta così la sua nuova creazione “La fille de Berlin”.

Eau de Parfum ispirato all’attrice Marlene Dietrich che presenta un carattere sorprendente, speziato e pungente, con note olfattive di rosa e pepe che Lutens descrive così:

“La rosa è un fiore sontuoso, fatto di sangue, di notte, di neve e di gloria. È stupefacente, la sua violenza è la sua bellezza. Questa rosa è pura invenzione. È una rosa piena di spine, furiosa, speziata, cipriata, con un tocco di pepe, estremamente persistente. La Fille de Berlin è un profumo complesso che nulla ha a che vedere con una fragranza soli flore.”

Serge Lutens si ispira alla città di Berlino, che considera femminile come una donna che ha attraversato diverse epoche che l’hanno vista libera e sofisticata e al tempo stesso sottomessa e distrutta, e a Marlene Dietrich nel film “Morocco” di Von Sternberg, una donna forte e mascolina, ma estremamente sensuale e provocante.

Un profumo immagine, una rosa delicata e forte, una donna indipendente, mascolina e mai così femminile.

(Seguite Véronique anche sul suo blog veroniquetresjolie.com)