Sindrome premestruale o inizio di gravidanza? Talvolta questa amletica domanda tormenta gli animi di noi donne, soprattutto se abbiamo avuto un rapporto non protetto o a rischio e cercare di fare una distinzione tra le due sintomatologie non sempre è così facile.

Vediamo meglio come possiamo capire cosa sta avvenendo nel nostro corpo:

Sindrome premestruale: è un malessere che la donna può avvertire qualche giorno prima del ciclo in maniera più o meno intensa, a causa dell’alterazione dell’equilibrio ormonale che si crea prima della comparsa del flusso mestruale e, solitamente, migliora proprio con l’arrivo della prima mestruazione.

Sintomi fisici:

– stanchezza

– gonfiore addominale (ma a volte coinvolge anche le gambe, il viso o le mani)

– dolori addominali e alla schiena (zona lombare)

– ritenzione idrica

– nausea

– aumento di peso

– mal di testa

– dolore al seno

– dolori alle articolazioni

– acne

stitichezza o diarrea

– perdite fluide color latte

Sintomi psicologici:

– aggressività, irritabilità

– crisi di pianto, malinconia, depressione

– scarsa concentrazione

– cambiamenti repentini d’umore

Gravidanza: anche qui i sintomi sono diversi e diversificati da donna a donna. Di solito compaiono nel secondo-terzo mese, ma alcune donne li avvertono già dopo 15-20 giorni dal concepimento.

Sintomi fisici:

– il più importante in assoluto: l’amenorrea, ovvero l’assenza di ciclo mestruale

– mal di testa, vertigini

– seno gonfio e dolorante, con capezzoli sensibili e vene delle mammelle più evidenti. Areola mammaria piu’ scura e piccoli rilievi in superficie, chiamati tubercoli di Montgomery. A volte prurito al seno.

stanchezza, sonnolenza

– aumento di sensibilità verso gli odori

– perdite acquose più o meno bianche

– dolori addominali, gonfiore

– mal di schiena

– nausea

– stitichezza

– poco appetito

– difficoltà di digestione

– amenorrea, assenza di mestruazioni

– frequenza a urinare piu’ spesso

– aumento della temperatura (vicino ai 37° C)

Sintomi psicologici:

– cambiamenti d’umore

– crisi di pianto, malinconia, depressione

– scarsa concentrazione

Come potete osservare le due sintomatologie sono molto simili, per questo è necessario accertare la gravidanza con il test casalingo, o, meglio ancora, con le analisi del sangue o delle urine eseguite in laboratorio.

photo credit: treyevan via photopin cc