Se siete fidanzati e avete deciso di fare il grande passo, sapendo che per organizzare un matrimonio al meglio occorre più o meno un anno, è il momento di conoscere le date migliori per sposarsi nel 2018.

Come se non bastassero tutte le importanti decisioni da prendere riguardo il giorno delle nozze, dalla location migliore al vestito da sposa, da chi invitare ai fiori per gli addobbi passando per il menu del ricevimento e le bomboniere, a tutto questo di aggiunge la scelta della data migliore e, perché no, la data più fortunata per un matrimonio felice e lungo.

I criteri per scegliere la data del matrimonio, infatti, sono di natura diversa, alcuni pratici e logici, da tenere sempre a mente, altri sono più irrazionali e contemplano, per chi ci crede, l’astrologia e le superstizioni popolari.

La coppia potrà scegliere a tavolino la data, con il calendario alla mano, aiutata da un wedding planner o da parenti e amici più cari da cui desiderano ricevere consigli: ecco alcuni criteri per individuare le date migliori per sposarsi nel 2018, fate i vostri conti.

  • La scelta del mese è molto personale, ogni mese può essere quello giusto ed è importante seguire prima di tutti i propri desideri. In generale, i mesi in cui ci si sposa di più sono giugno, settembre e ottobre, per via del bel tempo e del clima piacevole. Agosto è invece sconsigliato sia per il caldo eccessivo sia perché il giorno delle nozze potrebbe cadere durante le vacanze estive di molti invitati.
  • I ponti legati alle festività sono utili per permettere sia agli sposi che agli invitati di vivere in tranquillità le nozze. Il 2017 è stato ricco di ponti, mentre per il 2018 si può valutare solamente il ponte del 1° maggio (che cade di martedì). Le altre festività cadranno infatti o di sabato e di domenica o in mezzo alla settimana.
  • Il giorno delle nozze durante una festività, come per esempio il Natale, è un’arma a doppio taglio: affascinante sotto molti aspetti (per le decorazioni o il clima di festa), può diventare una giornata in cui è difficile muoversi, rimediare agli imprevisti, oppure può essere complicato avere risposta positiva da molti degli invitati.
  • Per il 2018 è importante sapere anche che si terranno i Mondiali di Calcio in Russia da giovedì 14 giugno a domenica 15 luglio: quello italiano è un popolo di appassionati, quindi se scegliete una delle date del periodo sappiate che potrebbe essere quella di partite importanti che molti degli invitati, se non lo stesso sposo, vorranno seguire minuto per minuto.
  • Le credenze popolari indicano di evitare che il giorno delle nozze coincida con il compleanno di uno degli sposi. Se tutti e due gli sposi sono nati però nello stesso giorno, quella è la data perfetta per convolare a nozze.
  • Sempre le credenze popolari danno indicazioni riguardo i giorni della settimana. In generale – ogni regione ha però le sue tradizioni – è di buon auspicio il matrimonio contratto di lunedì (giorno dedicato alla Luna, protettrice delle spose), di martedì (nonostante il detto “di Venere e di Marte non si sposa e non si parte”), di mercoledì. Giorni da evitare – sempre secondo la saggezza popolare – il giovedì, il venerdì (di penitenza per i cristiani) e il sabato. La domenica è sempre stato il giorno prediletto per i matrimoni, ma l’aumento dei riti civili (e quindi da fare a comune aperto) sta cambiando le abitudini.
  • Chi crede nelle superstizioni deve tenere conto anche dei consigli sul mese giusto per le nozze. I mesi che influiscono positivamente sono gennaio, febbraio (il mese dell’amore per eccellenza), aprile, giugno, settembre, ottobre, novembre e dicembre. Meglio evitare invece di sposarsi a marzo, maggio (questo mese è sconsigliato perfino da Ovidio), luglio (pare che la coppia dovrebbe per questo faticare molto per vivere), agosto (che determinerebbe tanti cambiamenti per la coppia).
  • Chi crede in oroscopi e divinazioni non avrà vita facile e avrà bisogno forse di un consulto personale in base alle date di nascita degli sposi, ai segni zodiacali, agli ascendenti. Esistono anche online dei calcolatori automatici che forniscono le date propizie inserendo i compleanni di lui e di lei. Alcuni dei criteri di astri e pianeti da non sottovalutare? Meglio celebrare il matrimonio nel periodo della luna crescente, quindi tra la luna nuova e la luna piena; evitare di sposarsi quando Venere (il pianeta dell’amore) comincia a muoversi in direzione contraria; non considerare i momenti in cui il Sole e la Luna si trovano tra di loro in rapporto negativo (luna nuova, luna piena, primo e ultimo quarto di luna). Non è un momento buono neppure se Venere si trova nei segni zodiacali sfavorevoli per il matrimonio come Ariete, Vergine e Scorpione. Pare, infine, che la vita coniugale sarà più felice se ci si sposa nel 4°, 5°, 7°, 10° oppure nell’11° mese dalla nascita.