Programmi di natura diversa ma legati da un triste denominatore comune: la chiusura anticipata. “Star Academy” e “Baila!”, i due talent su cui Rai e Mediaset puntavano rispettivamente per questa stagione autunnale, termineranno le loro trasmissioni precocemente. La causa? Gli ascolti non in linea con le previsioni dei network di appartenenza.

Per “Star Academy” si tratta di una morte annunciata: nonostante gli sforzi del conduttore Francesco Facchinetti nell’occupare un posto musicale lasciato vacante da “X-Factor”, la fucina creativa di Rai Due non è riuscita a conquistare il pubblico, complice anche un format ormai inflazionato, delle scelte musicali non troppo ricercate e di un corpo di talenti bravi, ma non stupefacenti.

Galleria di immagini: Baila, concorrenti VIP

Secondo alcune indiscrezioni diramate inizialmente da Dagospia, “Star Academy” lascerà le frequenze di RaiDue entro le prossime due puntate. Vi è poco altro da aggiungere: la guerra contro “X-Factor”, con cui Facchinetti si sarebbe scontrato proprio al giovedì, è persa prima ancora di scendere sul campo di battaglia.

Più complicato il discorso di “Baila!”, il talent ballerino di Barbara D’Urso famoso per le sue polemiche di plagio dell’avversario Rai “Ballando con le stelle”. La prima puntata ha ottenuto buoni ascolti, forse complice la curiosità degli spettatori di scoprire cosa bollisse in pentola per un programma condannato con una sentenza preventiva, per poi calare nelle due puntate successive.

Sempre secondo Dagospia, la trasmissione avrebbe ancora massimo tre puntate di sopravvivenza. Una vera delusione per la D’Urso che, nonostante sia la regina indiscussa della fascia pomeridiana, da qualche tempo fatica ad affermarsi al serale. Sarà forse per la sovraesposizione a cui Mediaset la sottopone? Effettivamente, il caso D’Urso ricorda molto quelli di Gerry Scotti e Maria De Filippi: quando dei personaggi sono in grado di catalizzare grandi ascolti, la TV di Cologno Monzese cerca di spargerli a macchia d’olio per tutto il palinsesto, sottostimando però il rischio di una eccessiva e controproducente presenza in video.

In tutto questo, a tirare un sospiro di sollievo sarà Milly Carlucci, offesa per quello che ha considerato un vero e proprio scippo della sua trasmissione di punta. A meno che, miracolosamente, le prossime tre puntate non segnino ascolti record, assicurandone così il normale proseguimento.

Fonte: Dagospia, La Nostra TV.