La stiratura capelli è molto praticata, ma bisogna sapere che per ogni metodo ci sono dei pro e dei contro. Quindi, se siete stanche dei vostri ricci ribelli e state pensando di dar loro una bella lisciata, valutate con attenzione a come procedere per evitare degli spiacevoli inconvenienti.

Cerchiamo di fare luce sull’argomento, parlando dei lati positivi e negativi delle varie tecniche di stiratura.

  • La piastra. Lo strumento usato più frequentemente quando si vogliono dei capelli lisci è indubbiamente la piastra, che si può acquistare ormai ovunque (profumerie e supermercati) e usare tranquillamente a casa propria. L’importante è leggere attentamente le istruzioni e, quando la si riscalda, non superare i 200 gradi (220 gradi se i vostri capelli sono particolarmente spessi). All’apparenza quindi non sembra ci siano degli elementi a sfavore di questo metodo, ma in realtà non è così: se avete i capelli particolarmente ricci e/o crespi il risultato potrebbe non essere quello desiderato e poi bisogna sempre usarla con parsimonia (per esempio non più volte al giorno), perché il rischio è quello di avere poi una capigliatura debole e sfibrata.
  • La stiratura chimica. Chi ama i capelli lisci tanto da volerli avere sempre finisce, spesso e volentieri, per ricorrere alla stiratura chimica. Questo trattamento è indubbiamente efficace, ma ha diverse controindicazioni: basti pensare che il principio su cui agisce è la rottura della struttura del capello che viene poi ricostruita con sostanze neutralizzanti, quindi non solo deve essere realizzato da mani esperte (le migliori sono quelle del proprio parrucchiere di fiducia), ma va accompagnato poi da gesti quotidiani miranti a curare con estrema delicatezza la propria capigliatura usando dei prodotti specifici. Altra cosa da tenere presente: anche se permanente, dopo qualche mese la stiratura va rifatta sulla ricrescita.
  • Metodi casalinghi. Chi non ha una piastra e nemmeno il tempo per andare dal parrucchiere, prova con altri metodi casalinghi. Un esempio? Lavare i capelli e asciugarli con un phon ionizzatore (meglio se con diffusore), per poi cercare di stirare ciocca per ciocca con la spazzola e il fon, usando magari uno spray per capelli crespi. Non è facile, però, e l’effetto liscio durerà purtroppo poche ore.