Dire Spa è dire relax. Ma cos’è una Spa? Sull’uso di questo termine due sono le scuole di pensiero: la prima sostiene che il nome deriverebbe dall’omonima cittadina delle Ardenne che, dal XVIII secolo, divenne nota per le proprietà curative delle sue acque ferruginose; la seconda fa invece risalire la parola al “Salus Per Aquam” di origine latina, letteralmente “salute per mezzo dell’acqua”.

A prescindere dalla sua etimologia, alla Spa si associano però immediatamente significati legati al riposo psicofisico e al puro riposo. Tutt’altro; le terapie alle quali ci si può sottoporre hanno infatti una valenza curativa di tutto rispetto.

Galleria di immagini: Centri benessere

I benefici legati a questa pratica si perdono nella notte dei tempi: dall’antica Roma agli hammam turchi, l’idroterapia, così viene chiamata, ha studiato e sfrutta le doti dell’acqua in più direzioni. Il raggiungimento degli obiettivi curativi può avvenire in seguito all’applicazione sul corpo di tre tipologie di stimoli: termico, attraverso il passaggio continuo tra acqua calda e fredda; chimico, aggiungendo al liquido dei preparati a hoc, e meccanico, grazie alla pressione generata sulla pelle come nel caso dell’idromassaggio.

Nelle Spa moderne, a tutto ciò vanno aggiunti una serie di servizi che rendono più piacevole la permanenza all’interno di strutture adibite: da percorsi che si dividono tra sauna, idromassaggio e hammam a massaggi rigeneranti, fino alla sola possibilità di rilassarsi bevendo tisane depurative all’interno di un ambiente che favorisce la distensione e il riposo fisico e mentale.

Si tratta di un’esperienza che spesso viene fatta in coppia o in gruppo, al fine di favorire un benessere totalizzante da dividere con i propri cari. Originali diventano allora i trattamenti da fare in due, massaggi in primis: da quello al cioccolato al massaggio olistico che, agendo su circolazione, articolazioni e muscoli, libera il corpo restituendo benessere e libertà di movimento.

Di grande impatto poi lo stone massage, un trattamento con pietre che è una delle terapie più antiche utilizzate per curare corpo e mente: vengono utilizzate fredde o calde e spesso sono associate a oli essenziali. I risultati? Meno tensioni muscolari, pelle levigata, miglioramento delle articolazioni e della circolazione arteriosa; a ciò vanno aggiunti i benefici spirituali quali una generale sensazione di benessere e una riappropriazione del proprio corpo.

Un’altra idea interessante? La doccia emozionale: un modo di vivere la classica doccia quotidiana in maniera totalmente diversa, fatta di getti di acqua calda e fredda, essenze profumate, cromoterapia e getti massaggianti che agiscono su parti specifiche del corpo. Della stessa natura i percorsi sensoriali: passaggi tra un ambiente all’altro che fanno vivere sensazioni diverse in base a colori, odori, acqua e pietre. Uno tra i più famosi è il percorso Kneipp, dal nome dell’abate tedesco Sebastian Kneipp che lo inventò. La terapia consiste nel camminare su sassi levigati in vasche alternate di acqua fredda e calda, all’altezza del ginocchio: un ottima soluzione per la circolazione sanguigna oltre che un piacevole massaggio plantare.

Non possono infine mancare i fanghi, ottimi per la pelle, per i capelli oltre che per curare reumatismi e osteoporosi. Un elenco infinito di terapie che ogni Spa propone con pacchetti adattabili a ogni esigenza: dal semplice weekend benessere alla vacanza intera fino anche a semplici ingressi giornalieri che aiutano a sopportare meglio lo stress della vita quotidiana.