Il fitness è un toccasana in tutti i sensi: aiuta a mantenere la linea, migliora le condizioni di salute, favorisce la distensione mentale. In altre parole, il benessere psicofisico è assicurato. L’acquagym fa qualcosa in più: oltre a favorire quanto detto sinora, permette a chiunque di fare attività fisica, anche a chi ha problemi, grazie alle sue indubitabili qualità e alle proprietà dell’acqua.

Fare fitness “a secco”, si sa, è molto faticoso. L’acquagym permette di avvertire in maniera meno massiccia questa fatica, pur mantenendo l’attività fisica e cardiocircolatoria ad alti livelli. Questo è solo uno dei benefici degli esercizi praticati in acqua, con o senza cyclette.

=> Scopri come avere gambe snelle e toniche con l’acquawalk

I ricercatori del Montreal Heart Institute hanno studiato a fondo le differenze tra il praticare la cyclette fuori dall’acqua e il praticarla in piscina. Ed è stato scoperto che pedalare in acqua rende più efficiente il lavoro del sistema cardiovascolare. Questo perché la frequenza cardiaca del lavoro in piscina è un pochino più bassa rispetto a quella dell’allenamento fuori dell’acqua: in acqua, a ogni battito, viene pompato più sangue, la pressione sugli arti si fa sentire meno, il cuore lavora in modo più efficiente facendo percepire meno fatica.

Pertanto, l’acqua affatica di meno il cuore, pur avendo gli stessi benefici di un allenamento a secco. Ma non solo. Fare allenamento in acqua è di grandissimo aiuto per ovviare ad altri tipi di problemi. ad esempio, fare ginnastica in piscina non sollecita in maniera violenta articolazioni, muscoli e ossa, quindi è particolarmente indicata per chi ha subito traumi o fratture, per chi ha problemi cronici alle articolazioni e per chi soffre di artrosi. Inoltre, il rischio di cadere o farsi male durante l’acquagym è praticamente nullo.

Ovviamente, i benefici non sono finiti qui. L’acqua alleggerisce lo sforzo, quindi permette di sentire meno fatica (ideale per chi è in sovrappeso) e di sollecitare in maniera meno brusca la colonna vertebrale: tuttavia, l’attrito dell’acqua sul corpo permette ugualmente di dimagrire e tonificare. Un corpo modellato “a misura d’acqua” sarà un corpo dalla muscolatura sottile, particolarmente bella da vedere.

L’allenamento in acqua insiste molto sugli addominali: in questo modo si può modellare uno dei punti critici di tutti coloro che vogliono perdere peso, vale a dire la pancia; anche i cuscinetti adiposi tra cosce e anche saranno positivamente sollecitati, con una consistente riduzione della cellulite.

Infine, l’acqua, elemento naturale da cui proveniamo, aiuta a rilassare corpo, mente e spirito: un allenamento di tre ore a settimana aiuterà a vivere con più serenità.

Fonte: Corriere della Sera