Una volta, in TV i contorni regionali erano più netti. Oggi, l’avvento del digitale terrestre ha portato una differente consapevolezza della specificità della televisione regionale. Così capita che un’emittente come Telenorba venga vista anche al di fuori della Puglia e di qualche altra regione vicina, in cui il segnale prendeva anche con il sistema analogico. Insieme a Telenorba acquistano così respiro nazionali, o almeno telespettatori, anche i suoi programmi.

Galleria di immagini: Very Strong Family

Tra questi c'è "Very Strong Family", una sit com tutta barese guidata da Emanuele De Nicolò e Chicca Frisini, attori e autori e marito e moglie anche nella vita, che hanno portato sul piccolo schermo le storie di una strana famiglia allargata, in cui oltre al nucleo composto da genitori e due figli ci sono anche uno strano cugino arabo, Addumamet, la colf Ndramacorta, il suo fidanzato addetto alle pompe funebri Mefisto, la procace tata Mary Poppe, il nonno Ciccio e altri, che si sono alternati nel corso delle stagioni. DireDonna ha incontrato Chicca.

Da un po' di tempo, Telenorba è sul digitale terrestre e viene vista anche in province diverse da quelle pugliesi. Credete che la vostra comicità sia "esportabile", anche con il vostro accento spiccatamente barese?

"Sì, tenendo conto di tutti gli "stranieri" che sono in politica, la nostra comicità potrebbe essere capita anche al nord Italia."

Potrebbe essere anche un modo per far conoscere la nostra cultura e che in Puglia non c'è stato solo un grande comico come Lino Banfi?

"Certo, lui è stato quello che ha aperto le frontiere, che ha fatto conoscere la comicità pugliese dappertutto. Se insieme a Banfi anche qualche altro comico come noi venisse più conosciuto, la cosa non dispiacerebbe, anzi è lo scopo di quello che facciamo. Parti da una TV locale, che adesso è praticamente ai livelli nazionali e speri di toccare delle vette più alte."

Come vedreste per voi una sit com sul genere "Casa Vianello"?

"Diciamo che noi siamo stati gli apripista dei Cesaroni, solo che loro sono romani e noi siamo baresi. Fermo restando che noi non utilizziamo il dialetto ma degli intercalari che danno colore alla sit com. La nostra famiglia rappresenta tutte le famiglie del ceto medio-basso di tutta Italia."

A parte i genitori e i figli, che siete proprio voi come nucleo familiare, come nascono i personaggi collaterali?

"Sono nati facendo degli studi particolari, che si adattassero a quello che avevamo scritto. Nel momento in cui abbiamo provato gli attori al lavoro, abbiamo colto quello che ci serviva e li abbiamo scelti."