Zara è leader mondiale nei guadagni derivanti dalla moda, battendo la concorrente H&M. è una certezza ormai: gli spagnoli del gruppo tessile Inditex hanno superato la concorrenza svedese e la chiave è nei dati finanziari resi noti solo in questi giorni.

Inditex, proprietario del marchio Zara, ha registrato per il 2011 un incasso di 13,97 miliardi, superiore del 10% all’anno precedente, e utili che ammontano a 1,932 miliardi, superiore di addirittura un 12%. 5527 punti vendita in tutto il mondo, altri 520 che saranno aperti quest’anno, investimenti per 590 milioni di euro: questi i numeri del successo del gruppo di Amancio Ortega. H&M è stato battuto su questo piano: il mondo della moda in fondo è fatto anche di guadagni.

Ma qual è la ricetta del successo? Zara consente intanto di acquistare degli abiti alla moda a un prezzo assolutamente conveniente, il che in tempi di crisi non è assolutamente male. Il rapporto con la qualità non lascia a desiderare, come si potrebbe supporre dal prezzo basso: gli abiti di Zara, così come accade anche per il surclassato H&M sono belli, economici e di media qualità.

Zara, inoltre, fa sì che nel corso della stagione modaiola le collezioni cambino continuamente, adeguandosi a quelle mezze stagioni, che secondo i luoghi comuni e non solo, non ci sono più, ma anche fornendo una gamma completa di abiti e accessori che riescono a incontrare i gusti più disparati del pubblico.

Fonte: Ansa.