Cocktail Japanese: 30 anni e non sentirli

Aggiornato il 18 giugno 2019

Si chiama Japanese slipper il cocktail Japanese. E’ stato creato 30 anni fa, nel 1984, da Jean-Paul Bourguignon, a Melbourne, Australia. In questi anni, è riuscito a ottenere l’inserimento tra i cocktail ufficiali della Iba (International Bartenders Association). Il nome Japanese deriva dal fatto che si utilizza il Midori, tipico amaro nipponico.

Secondo la ricetta ufficiale Iba, si prepara con la tecnica Shake&Strain e viene servito in una coppetta da cocktail o da martini. Gli ingredienti sono 3 centilitri di liquore al melone (solitamente, il Midori), 3 cl di Cointreau o Triple Sec e 3 cl di succo di limone. Si può poi decorare con una fettina di limone e con una ciliegia.

Solitamente, questo cocktail dal colore verdastro, si beve come digestivo. Si possono aggiungere Sprite. Lemonsoda o un’altra limonata. Oggi lo Japanese slipper è prodotto in Messico. La gradazione alcolica si aggira sui 20°. E’ un drink che può essere sorseggiato a tutte le ore, molto rinfrescante in questa estate.

Articolo originale pubblicato il 19 agosto 2014

Seguici anche su Google News!