Come vestirsi alla moda seguendo 10 consigli di stile

Tanto gusto, un occhio attento alle tendenze di stagione e una dose di accortezza negli acquisti: ecco 10 consigli d'oro da seguire per vestirsi alla moda.

Pubblicato il 26 maggio 2016
Moda

Vestirsi alla moda può rivelarsi una vera e propria impresa se non si è delle it girl e non si è costantemente aggiornate sulle ultime tendenze. Può accadere che un’estate vadano i pantaloni chinos e l’anno seguente siano quanto di più out possa occupare un guardaroba; che i secchielli diventino le borse più in voga, loro che per anni sono state relegati in bauli in fondo alle cantine o che i plateau scompaiono da un momento all’altro come non fossero mai esistiti.

Come vestirsi bene spendendo poco

È possibile districarsi in questa giungla di trend, imperativi categorici e infinte proposte del mercato? Chiaro si possa, anche senza dover ricorrere a una ferratissima personal shopper, in grado di star dietro a ogni leggera variazione intravista sulle passerelle e, anzi, di capire ancor prima che soffi dove tiri il vento del fashion system.

Vediamo allora 10 consigli di stile per vestirsi alla moda.

  1. Cominciamo dai colori: al di là dei colori pastello, che cambiano ogni anno, e delle sfumature molteplici delle tante tinte complementari, ci sono delle nuance con cui non si sbaglia mai. Inutile dire che si tratta dei colori di Mademoiselle Coco per eccellenza: nero, bianco, blu e beige. Tutti gli altri colori cambiano, questi restano sempre (tranne il blu che dopo anni di declino ha conosciuto una seconda vita solo negli ultimi anni). Vestirsi in estate di bianco e blu non sarà l’avanguardia in fatto di tendenze, ma permette di essere sempre in ordine con stile.
  2. Capitolo fantasie: se i tessuti floreali conoscono alti e bassi e soprattutto cambiano negli anni per dimensioni e colori, i tessuti a righe sono un po’ un evergreen. È vero che un anno possono essere più trendy quelle larghe e un anno quelle a bayadere, un anno orizzontali e quello dopo oblique, ma in linea di massima indossando una t-shirt marinara su un paio di jeans non si sbaglia mai.
  3. A proposito di jeans: riuscire a salvare lo stesso paio di pantaloni in denim da una stagione all’altra è un’impresa quasi titanica. È facile che i jeans ultra skinny, un vero e proprio must fino a qualche mese prima, diventi un capo inguardabile poco dopo. Quest’estate la moda li vuole mom o boyfriend style, quindi se non avete mai gettato gli storici Levi’s 501 (e vi stanno ancora), è arrivato il momento di sfoderarli di nuovo. Con un taglio bootcut si è certe però di non incappare in errori di stile praticamente mai.
  4. Lino e cachemire: quello che in estate è il lino, leggero, fresco e intramontabile, è in inverno il cachemire, morbido, pregiato e indistruttibile. Un abito in lino è garanzia di stile in svariate occasioni (tranne le più eleganti, giacché il lino è considerato tessuto sportivo adatto a mise casual).
  5. L’eterno ritorno: per anni gli stilisti di mezzo mondo hanno avversato il capo sartoriale femminile per eccellenza, la giacca. Già quell’oggetto del desiderio degli anni Ottanta quando firmata Armani o quella (che credevamo intramontabile) jacket di Rue de Cambon. Finalmente l’embargo è finito e il blazer in tutte le sue declinazioni è di nuovo un must. Tuxedo, a un bottone, doppiopetto, corta o lunghissima che sia, chi ha una giacca è assolutamente In.
  6. Un regno su cui non cala mai il sole: è la camicia bianca la regina indiscussa di un guardaroba. Cotone, seta o lino sono dettagli, l’importante è che sia di taglio sartoriale e candida come la neve. Perfetta per l’ufficio, un aperitivo con le amiche, una cena non troppo formale e perfino in spiaggia.
  7. Non solo per biker: adatta dagli o ai 99 anni, la giacca di pelle è un altro must che può essere abbinato praticamente con tutto e che non conosce fine, soprattutto se acquistata di un buon materiale. Le ragazze più rock ne trovano utilizzo elitario soprattutto con minigonna e anfibi, le signore più eleganti preferiscono lo sposalizio con pantaloni e camicia bianca.
  8. Ai piedi, la moda: a parte l’infausto ritorno delle scarpe a punta, tanto scomode da rendere quasi impossibile indossarle dalla mattina alla sera, e la definitiva scomparsa delle pump con plateau e punta arrotondata, ci sono dei modelli che possono facilmente superare il tribunale implacabile delle fashion addicted: sneakers, ballerine, sandali ed espadrillas. L’importante è abbinarle con gusto al resto dell’outfit.
  9. Borse, croce e delizia: già perché riuscire a indossare la stessa borsa da un anno all’altro senza che sia passata tragicamente di moda non è facile, a meno che non si abbia la fortuna di possedere una 2:55 di Chanel, una Baguette di Fendi, una Neverfull di Louis Vuitton. Insomma, una di quelle it bag che è riuscita con il tempo a non sottostare ai dettami delle tendenze iscrivendosi nel tempio delle borse più desiderate al mondo. Quest’anno si rivedono dopo tanti anni di silenzio i secchielli e gli zaini, resistono le tracolle e le tote bag. In calo le shopper.
  10. Perle&co: da che mondo è mondo sono gli accessori che fanno l’eleganza di una donna. Mademoiselle ci ha insegnato a mescolare gioielli e bijoux, a eccedere con le perle e giocare con le camelie, per poi guardarci allo specchio, poco prima di uscire, e togliere qualcosa. Una regola, questa, che non passa mai di moda.
Seguici anche su Google News!

Storia

  • Come Vestirsi