Cosa vedere lungo la Riviera del Conero

Vacanze time: una breve ma utile guida sulle bellezze da non perdere della Riviera del Conero.

Tempo Libero

La Riviera del Conero è un’altalena di colori e scenari fatati, fatti di splendide spiagge e caratteristici abitati cinti da mura e torri millenarie. Soggiornare in queste località marchigiane significa perdersi nell’arte e nella storia, nei fondali cristallini e nella vegetazione unica del promontorio conosciuto come Monte Conero – Parco Regionale istituito nel 1987 – e della costa che, da Ancona, si allunga fino a toccare Numana e Marcelli.

Siete già con la mente proiettata alle ferie e siete ansiosi di saperne di più? Ecco le tappe da non perdere per le vostre vacanze lungo l’incantevole Riviera del Conero.

Cosa vedere ad Ancona

È proprio da Ancona, con il suo grande e caratteristico porto, che inizia il nostro itinerario: già nell’orbita di Roma a partire dal II secolo d.C., la città comprende due zone distinte, di più recente sviluppo una, storica l’altra, dove si trovano le testimonianze più importanti dominate dal rigore medievale della Cattedrale di San Ciriaco.

Cattedrale di San Ciriaco, Ancona
Cattedrale di San Ciriaco, Ancona

Rimanendo nei pressi, sullo sfondo ornato dal mare, ecco che appare l’arco di Traiano, voluto dall’omonimo imperatore in occasione dell’ampliamento del porto intorno al 115 d.C.: questo colosso marmoreo alto circa 13 metri rappresenta l’opera romana più celebre delle Marche, nonché una delle più integre e spettacolari di tutta la Penisola.

Continuando a passeggiare verso il centro, fermandovi prima al Museo Nazionale Archeologico, poi alla Pinacoteca Civica per contemplare la magnificenza della Pala Alabarda di Lorenzo Lotto e della Pala Gozzi di Tiziano, si giunge a piazza della Repubblica: sobria e scenografica al tempo stesso, è resa ancor più bella dalla chiesa di San Domenico, custode della Crocifissione di Tiziano sull’altare maggiore e dell’Annunciazione del Guercino sul primo altare a sinistra.

Cosa vedere a Portonovo, Sirolo e Numana

Se il mare è la vostra vocazione, allora vi consigliamo di raggiungere Portonovo, Sirolo e Numana, tre autentici gioielli della Riviera all’ombra del Monte Conero. Le spiagge bianche di sabbia e ciottoli che dipingono la zona però, non sono le uniche meraviglie degne di nota: a Portonovo c’è la chiesa di Santa Maria, prezioso esempio di architettura romanica visitabile in estate (e in inverno in giorni prestabiliti), da vedere insieme ai borghi medievali di Sirolo e di Numana Alta, villaggio di pescatori puntinato da case colorate, angoli fioriti e panorami che tolgono il fiato.

La spiaggia di Numana
La spiaggia di Numana

Poco più a nord rispetto alla Riviera del Conero, Senigallia si guadagna una doverosa segnalazione non solo per essere un rinomato centro balneare Bandiera Blu ma anche per l’imponente Rocca Roveresca, voluta da Giovanni Della Rovere, signore della città dal 1474 al 1501.

Le spiagge più belle della Riviera del Conero

  1. La spiaggia di Numana
    La spiaggia di Numana

    Numana, Numana Alta e Marcelli: la spiaggia di Numana Alta comprende due baie a ridosso della falesia a picco sul mare, la Spiaggiola e la Spiaggia dei frati. Il litorale di Numana bassa, invece, si estende a sud del porto fino alla frazione di Marcelli ed è dotato di numerosi stabilimenti balneari, campeggi e club vacanze.

  2. Spiagge di Ancora
    Una delle spiagge di Ancona

    Le spiagge di Ancona: La più centrale tra le spiagge di Ancona è quella del Passetto, accessibile grazie a una lunga scalinata o, in estate, anche attraverso un ascensore panoramico a pagamento. Spiagge rocciose si rincorrono a sud, tra cui la spiaggia di Mezzavalle mentre a nord del porto si trova la spiaggia sabbiosa di Palombina, in parte libera e in parte attrezzata.

  3. Portonovo
    La spiaggia di Portonovo

    Portonovo: nella bellissima spiaggia di Portonovo si alternano tratti ghiaiosi e sassosi, con ciottoli calcarei bianchissimi e arrotondati, considerati una delle peculiarità del luogo.

  4. La spiaggia di Sirolo

    Le spiagge di Sirolo: è la spiaggia delle Due Sorelle la più caratteristica e nota di Sirolo. Così denominata per i due scogli gemelli che emergono dal mare, è la prima spiaggetta bianca del fianco sud del Monte Conero. Si raggiunge via mare con delle imbarcazioni che, durante il periodo estivo, partono giornalmente dal porto di Numana. Da non perdere anche la spiaggia Urbani e l’omonima grotta, la spiaggia di San Michele e la spiaggia dei Sassi Neri.

  5. La spiaggia di Senigallia
    La spiaggia di Senigallia

    Le spiagge di Senigallia: nonostante, l’abbiamo detto, Senigallia si trovi più a nord rispetto alla Riviera del Conero, non possiamo non menzionare la Spiaggia di Velluto, caratterizzata da 13 km di sabbia finissima interrotti solo dai lunghi moli del porto e dalla suggestiva Rotonda a Mare.

Credits foto:

  • Riviera del Conero | iStock