Demi Moore autobiografia shock: stupro a 15 anni e l’aborto a 42

L'attrice racconta i momenti più difficili della sua vita, tra cui la perdita di una bambina al sesto mese di gravidanza.

News

Storia

Demi Moore rivela momenti oscuri del suo passato nella sua nuova autobiografia, uno stupro e un aborto che hanno cambiato per sempre la sua vita. Inside Out, questo il titolo delle sue memorie, uscirà negli Stati Uniti il prossimo 24 settembre. Le anticipazioni sembrano già scuotere il mondo dorato di Hollywood.

Demi Moore si apre completamente nella sua prima autobiografia, raccontando il lungo abuso di alcool, pillole e droghe che l’ha tenuta spesso lontana dal cinema.

Solo poche settimane fa Brad Pitt aveva descritto i 18 mesi negli alcolisti anonimi per tornare sobrio dopo il divorzio. Secondo quando raccontato dall’attrice, tutto è iniziato a 15 anni, quando ha lasciato la famiglia per la California, dopo i tanti tentati suicidi della madre. Qui lo stupro, il momento più drammatico della sua vita, che l’ha introdotta, prima del successo mondiale con film come Ghost e Soldato Jane, al mondo degli eccessi e degli abusi di sostanze.

Demi Moore si confessa
Demi Moore (foto Getty Images)

Già mamma di tre figli, avuti dall’ex marito Bruce Willis, Demi Moore cade di nuovo nel baratro a 42 anni, quando perde la figlia che aspettava dal terzo marito, Ashton Kutcher. La bambina mai nata si sarebbe dovuta chiamare Chaplin Ray. L’attrice, al sesto mese di gravidanza, ha un aborto, che le stravolge nuovamente la vita.

In seguito a questo terribile episodio Demi e Ashton hanno provato ancora ad avere figli, anche usando tecniche per la fertilità, ma senza successo. La Moore è così finita nel tunnel dei farmici, in particolare con il Vicodin, un potente antidolorifico che può avere gli effetti di una droga se assunto in dosi eccessive rispetto alle prescrizioni.

Demi Moore si confessa
Demi Moore e Aston Kutcher (foto Getty Images)

Parte della mia vita stava andando chiaramente a rotoli. Ora sono pulita, ma allora non avevo una carriera né una relazione stabile” ha raccontato l’attrice al New York Times per presentare il libro.
Demi Moore tornerà in televisione nel 2020 con la nuova serie tv Brave New World, nel ruolo di Linda, la madre del protagonista di questo nuovo show ambientato in una realtà distopica.