Festa del Cinema di Roma 2019: film, ospiti, programma

Dal 17 al 27 ottobre 2019, torna la kermesse cinematografica capitolina: ecco tutto quello che c'è da sapere.

Spettacolo

Tante le novità della Festa del Cinema di Roma 2019 annunciate dal direttore artistico Antonio Monda insieme a Laura Delli Colli, alla guida della Fondazione Cinema per Roma, e Francesca Via, direttore generale della Festa di Roma. La quattordicesima edizione si svolgerà dal 17 al 27 ottobre 2019.

Nel suo lavoro, Monda è affiancato da un Comitato di Selezione composto da Richard Peña, Giovanna Fulvi, Alberto Crespi, Francesco Zippel e Valerio Carocci. Il programma completo sarà annunciato nel corso di una conferenza stampa che si terrà venerdì 4 ottobre.

Budget invariato: 3.419 mln di cui 2mln provenienti da fondi pubblici e 1.4 da privati. E sul confronto con il Festival di Venezia Antonio Monda ribadisce la sua filosofia editoriale: “Meglio fare una Roma di serie A che una Venezia di serie B“, come ha spiegato il direttore alla stampa durante la presentazione che si è tenuta all’Hotel Eden di Roma.

Ecco quello che sappiamo finora dei film, ospiti e programma della Festa del Cinema di Roma 2019.

Festa del Cinema di Roma 2019: i film

Nella selezione ufficiale, sarà presentato il film Pavarotti di Ron Howard, presentato dallo stesso regista che sarà al centro di un incontro ravvicinato.

La Selezione Ufficiale ospiterà circa quaranta film provenienti da tutto il mondo che concorreranno all’assegnazione del Premio del Pubblico BNL. Fra le opere in programma alla prossima edizione per ora non è stato selezionato nessun film italiano.

Ron Howard alla proiezione a New York di Pavarotti (Photo by Paul Bruinooge/Patrick McMullan via Getty Images)

Gli ospiti della Festa del Cinema di Roma 2019

Atteso Bill Murray, a cui sarà consegnato il premio alla carriera da parte del regista Wes Anderson, che lo ha diretto in Rushmore, I Tenenbaum, Le avventure acquatiche di Steve Zissou, Il treno per il Darjeeling, Fantastic Mr. Fox, Moonrise Kingdom – Una fuga d’amore, Grand Budapest Hotel e L’isola dei cani. In quell’occasione, Murray sarà protagonista di un Incontro Ravvicinato con il pubblico condotto dallo stesso Anderson, durante il quale ripercorrerà le tappe principali del suo percorso artistico.

Annunciata inoltre la presenza di Kore-eda Hirokazu, uno dei più ispirati autori del Cinema orientale cui la Festa dedicherà una delle retrospettive della prossima edizione, e quella del regista francese Bertrand Tavernier, critico raffinato e profondo conoscitore del cinema statunitense.

Bill Murray al Festival di Cannes 2019 (Photo by Tony Barson/FilmMagic)

Il programma della Festa del Cinema di Roma 2019

  • Fra gli Incontri Ravvicinati, annunciate oltre a quelle con Bill Murray, Wes Anderson e Ron Howard, conversazioni con i registi francesi Olivier Assayas e Bertrand Tavernier, con Kore-eda Hirokazu e, infine, con lo scrittore statunitense Bret Easton Ellis.
  • La Festa del Cinema renderà omaggio a Gillo Pontecorvo, a cent’anni dalla nascita, con il restauro di uno dei capolavori del regista toscano, Kapò, uscito nelle sale sessant’anni fa (1959) e candidato all’Oscar come Miglior film straniero nel 1961. Il restauro è realizzato da Cineteca di Bologna.
  • Nel programma della quattordicesima edizione anche la versione restaurata di Fellini Satyricon, visionaria reinvenzione del classico di Petronio ad opera di Federico Fellini, arrivato sul grande schermo cinquant’anni fa (1969).
  • Le retrospettive, a cura di Mario Sesti, saranno dedicate al tedesco Max Ophuels e al giapponese Kore-eda Hirokazu.
  • Come ogni anno, il Direttore Artistico e i membri del Comitato di Selezione condivideranno con il pubblico una breve rassegna di film che hanno segnato la loro passione per il cinema: dopo il western, il musical, il noir, nel 2019 sarà la volta della screwball comedy, la commedia sofisticata statunitense degli anni trenta e quaranta. Ciascun film sarà accompagnato da un incontro con autori, attori e ospiti. Inoltre, prima di ogni proiezione della prossima Festa di Roma, gli spettatori potranno assistere a brevi pillole delle commedie americane più celebri e amate.
  • All’Auditorium Parco della Musica, centro storico della Festa del Cinema, e ad altre location come il MAXXI, si aggiunge da quest’anno anche il MACRO – Museo d’Arte Contemporanea. Il Macro ospiterà due nuovi format: “Duel” e “Parola/Immagine”. Nel primo, due note personalità del mondo artistico si sfideranno davanti al pubblico, confrontando opinioni divergenti su temi legati al Cinema, ai suoi protagonisti, alle sue storie. Mentre per “Parola/Immagine” alcuni amati scrittori italiani e internazionali commenteranno la trasposizione cinematografica di celebri opere letterarie.
  • Dal 2019, la Festa del Cinema di Roma è ufficialmente riconosciuta come Festival Internazionale non Competitivo dalla FIAPF (Fédération Internationale des Associations de Producteurs de Films), la celebre organizzazione internazionale creata nel 1933 che riunisce 34 enti di 27 Paesi in tutto il mondo.
Federico Fellini con Hiram Keller sul set di Satyricon nel 1969. (Photo by Archivio Cicconi/Getty Images)