La gravidanza è un momento irripetibile e unico nella vita di una donna ma i grandi cambiamenti fisici e psicologici che arrivano in modo piuttosto repentino possono incidere molto sulla quotidianità della futura mamma: mutamenti ormonali, aumento di peso, piccoli fastidi da sopportare sono solo alcuni degli aspetti di cui tener conto quando si vuole vivere una gravidanza in salute.

Tuttavia i piccoli e grandi disturbi che si possono provare in gravidanza, e tutti gli altri aspetti legati alla gestazione, possono essere vissuti molto meglio seguendo alcuni consigli utili da mettere in pratica. Vediamo quali.

  1. Peso: va bene aumentare un po’ le quantità di cibo in gravidanza ma attenzione a non esagerare, accumulando così più peso di quello che in genere si accumula nel corso della gestazione. L’alimentazione deve essere sempre sana ed equilibrata, ancor più in gravidanza.
  2. Farmaci: quando si ha un disturbo e non si ha la certezza sull’uso di un farmaco piuttosto che di un altro, l’unica soluzione è quella di consultare il medico. Evitare dunque le cure fai da te perché potrebbero avere conseguenze serie sul feto.
  3. Serenità: il modo migliore per affrontare questo momento è quello di restare serene e di godersi il più possibile ogni istante della gravidanza. Fare attenzione va bene, essere apprensive – inutilmente – non va bene.
  4. Rimedi naturali: molti disturbi in gravidanza possono essere affrontati grazie a rimedi naturali, i cosiddetti rimedi della nonna in genere. Questo vale per ritenzione idrica, gonfiore, nausea, stitichezza o diarrea qualora non sia necessario l’intervento di un medico.
  5. Racconti delle altre mamme: chi sta per avere un bambino per la prima volta forse dovrebbe evitare di ascoltare le esperienze di chi ha già vissuto la gravidanza in modo poco piacevole. Ascoltare esperienze negative, infatti, potrebbe comportare una serie di apprensioni forse ingiustificate, che sarebbe meglio evitare.
  6. Bere molta acqua: un consiglio che bisognerebbe seguire sempre ma in gravidanza ancor di più. L’acqua aiuta a far funzionare meglio i reni (che devono lavorare molto), a idratare il corpo ed è necessaria anche al bambino.
  7. Acido folico: assumere questo integratore prima o durante la gestazione è un’ottima scelta per prevenire alcuni tipi di malattie genetiche.
  8. Attività fisica: aspettare un bambino non è un handicap fisico e fare una blanda attività sportiva non può fare altro che bene se la gestazione non presenta complicazioni. Gli esercizi compatibili con lo stato di gravidanza aiutano a combattere la ritenzione idrica e il senso di gonfiore, consentono di non far accumulare più peso del necessario e consentiranno di tornare molto più in fretta in forma dopo il parto.
  9. Esami diagnostici: quelli da eseguire sono indicati dal medico per cui, salvo diverse prescrizioni, basta effettuare i test che vengono di volta in volta suggeriti, niente di più niente di meno. Se si ritiene che qualcosa non stia andando come dovrebbe, sarà il medico a valutare cosa fare. Il compito della futura mamma è quello di non dimenticare di effettuare gli esami che le vengono richiesti per il suo bene e per quello del bambino che porta in grembo.
  10. Cibi da evitare: quando si aspetta un bimbo ci sono alcuni cibi che è consigliato evitare. Quali? Pesce, carne, uova e latte crudi; insalate e verdure crude non lavate bene; formaggi a breve stagionatura; salsicce e salami freschi o poco stagionati.
  11. Divieti: potrebbe apparire scontato ma forse è bene ricordarlo sempre, in gravidanza niente fumo, niente alcol e niente situazioni stressanti.
  12. Riposo: anche in gravidanza bisogna ascoltare il proprio corpo e sentire i segnali che lancia. Se c’è bisogno di riposo occorre riposare, se ci si sente più energiche si può fare una passeggiata o dell’esercizio fisico.
  13. Schiena: messa a dura prova dall’aumento di peso della pancia, la schiena può causare non pochi problemi alle future mamme. Per questo bisognerebbe evitare di stare in piedi troppo a lungo, evitare i materassi troppo morbidi (in cui si sprofonda) e cercare di mantenere la schiena dritta quando si sta sedute.
  14. Corso pre-parto: frequentarne uno consente di arrivare preparate al momento della nascita del bambino, soprattutto se si tratta del primo figlio. Il corso consente anche di allontanare eventuali dubbi o timori.
  15. Aiuto: non si dovrebbe mai esitare a chiedere aiuto quando se ne ha la necessità, soprattutto se se ne sente il bisogno. Aiuto a trecentosessanta gradi, che sia di tipo psicologico, logistico o affettivo.