La bacchetta magica, in fatto di dieta non esiste, eppure esistono in natura delle spezie brucia grassi che sono dei veri e propri alleati quando si segue un regime alimentare. Tutte le spezie, aggiunte ai piatti più semplici, sono in grado di rendere gustosa anche una ricetta a basso contenuto calorico, permettono di ridurre le quantità di sale e condimenti e apportano vitamine e sali minerali (come calcio, potassio, magnesio e manganese).

Alcune spezie brucia grassi, in particolare, sono in grado di favorire il metabolismo e di tenere sotto controllo il livello del colesterolo nel sangue. Per questo motivo aiutano in maniera concreta il dimagramento, se accompagnate a una dieta equilibrata e allo svolgimento di un’attività fisica regolare.

  1. Peperoncino. Tra le spezie brucia grassi, il peperoncino è quello più usato: stimola la digestione e depura l’organismo. Contiene un alcaloide naturale, la capsaicina, in grado di frenare l’appetito e di accelerare il metabolismo.
  2. Cannella. Considerata una spezia dall’azione efficace nel migliorare il metabolismo dei grassi, la cannella riduce il livello del colesterolo e dei trigliceridi nel sangue. Controlla la concentrazione di zuccheri nel sangue, contrastando iperglicemia e diabete (esistono degli studi su pazienti in pre-diabete che hanno dimostrato la capacità della cannella di abbassare il livello della glicemia).
  3. Zenzero. Lo zenzero, ampiamente utilizzato nella medicina tradizionale ayurvedica, può essere assunto sia fresco che in polvere. Ha proprietà depurative e contribuisce alla riduzione di cellulite, gonfiori e ristagni. Favorisce la digestione, combatte i bruciori di stomaco e può essere utilizzato per la preparazione di infusi indicati sia per stimolare il buon funzionamento dell’apparato digerente, sia per combattere il raffreddore.
  4. Zafferano. Lo zafferano accelera il metabolismo, promuove le funzioni digestive e contiene preziose sostanze antiossidanti. È considerato una spezia dalle proprietà magiche e soprannaturali sin dall’antichità, come attesta anche il suo nome che in persiano significa chioma degli angeli. Aggiungere pochi stimmi al giorno a fine cottura insaporisce i piatti e si rivela un ottimo afrodisiaco.
  5. Cumino. Al pari dello zafferano, il cumino è considerato in grado di stimolare il metabolismo. Riduce, inoltre, i fenomeni fermentativi che possono avvenire durante la digestione di alcuni alimenti (soprattutto cibi ricchi di zuccheri, carboidrati e lieviti). I semi di cumino possono essere utilizzati per la preparazione di tisane e di infusi che stimolano la digestione e riducono il gonfiore addominale, oltre che per insaporire svariate pietanze.
  6. Curcuma. Spezia dalle spiccate proprietà dimagranti, la curcuma può essere utilizzata per esempio per la preparazione di risotti. Una ricerca scientifica ha da poco messo in luce come come l’assunzione della principale delle sue componenti, la curcumina, contribuisce nel contrastare l’eccessivo accumulo di grassi nei tessuti adiposi.
  7. Cardamomo. Apprezzata come spezia dalle proprietà snellenti, il cardamomo accelera e stimola le funzioni metaboliche dell’organismo. Del cardamomo si consumano i semi, che possono essere direttamente masticati, utilizzati per insaporire dolci fatti in casa o piatti di verdure, oppure impiegati per la preparazione di infusi e tisane in grado di favorire la digestione.
Fotostoria: 10 cibi brucia grassi e amici della dieta