In equilibrio, spesso precario, tra casa, lavoro e bambini: eppure sopravvivere ed anzi imparare ad essere una mamma felice non è un’impresa impossibile.

Prima regola? Abbandonare la pretesa, spesso assurda, di dover fare tutto e nel migliore dei modi. Anche le mamme infatti possono sbagliare, possono avere voglia di staccare la spina e possono imparare a ritagliarsi del tempo per sé senza sensi di colpa.

Ecco allora 8 regole d’oro a misura di mamma felice.

  1. Trovare il proprio equilibrio. Il tempo da dedicare alla famiglia piuttosto che al lavoro deve essere stabilito serenamente dalla mamma senza pressioni esterne e soprattutto senza farsi condizionare dalle opinioni altrui. Chi l’ha detto che una mamma debba, per esempio, abbandonare il sogno di far carriera? Per essere felici è necessario trovare il proprio equilibrio tra di diversi ruoli senza sensi di colpa.
  2. Non puntare alla perfezione. Pretendere di essere una mamma, una professionista e una moglie perfetta è inutile quanto estremamente dannoso. Cercare di fare le cose al meglio, rispettando le proprie possibilità ma soprattutto i propri limiti, è invece la chiave giusta per smettere di sentirsi sempre inadeguate e per imparare ad amarsi.
  3. Non sacrificarsi troppo. I figli vengono prima di tutto? Indubbiamente sì, ma questo non vuol dire trasformarsi in martiri pronte a tutto per assecondare ogni loro più piccolo desiderio o capriccio. Anzi, preservare ogni tanto un po’ di sano distacco può aiutare anche i bambini a crescere più autonomi e più sicuri.
  4. Separare famiglia e lavoro. Spesso, nella smania di voler fare tutto, si tende a mescolare famiglia e lavoro con il risultato di scontentare tutti, a partire da se stesse. Meglio allora separare tempi e spazi, senza creare confusione.
  5. Prendersi del tempo per sé. Un’uscita con le amiche, una cenetta con il marito o un pomeriggio di benessere tutto per sé possono rappresentare un vero e proprio toccasana a cui nessuna mamma dovrebbe rinunciare. Staccare la spina per un po’ serve a ritrovare se stesse e anche a tornare alla vita di tutti i giorni più cariche e felici.
  6. Abbandonare il senso di colpa. L’eterno problema delle mamme? Il senso di colpa per non essere mamme perfette, perché si teme di trascurare i bambini o, al contrario, per la paura di stare troppo addosso ai propri figli. Si tratta però di pensieri spesso privi di fondamento: dunque meglio abbandonare il senso di colpa e vivere in pace.
  7. Evitare i paragoni. Quando si è mamma si ha la sensazione che tutte le altre se la cavino meglio di noi. Giudicare la vita delle altre senza conoscerla davvero, però, è inutile e sbagliato. L’unica cosa da tenere a mente è che le mamme perfette non esistono.
  8. Multitasking… ma non troppo. Le mamme, si sa, sanno fare mille cose contemporaneamente, ma è così giusto farlo? Giocare con il proprio bambino e intanto cercare di fare una telefonata di lavoro è stancante e controproducente. Meglio separare le cose e imparare a godersi i momenti belli piuttosto che fare tutto e male.