Se pensate che per avere addominali scolpiti occorra soltanto andare in palestra ed allenarli, dovreste sapere che oltre all’esercizio fisico è altrettanto importante curare l’alimentazione. È difficile, infatti, poter sfoggiare addominali scolpiti se a tavola non si seguono alcune regole basilari: alimentazione ed esercizio fisico devono quindi andare di pari passo se volete ottenere dei risultati soddisfacenti e duraturi.

Gli alimenti troppo grassi o i cibi che fanno gonfiare la pancia e lo stomaco, ad esempio, sono nemici degli addominali: per questo andrebbero eliminati o fortemente limitati. E insieme ad essi andrebbero limitati altresì i cibi che contengono grandi quantità di zuccheri e che non fanno parte di un regime alimentare sano ed equilibrato. Con il giusto mix di dieta ed esercizio fisico, avere addominali scolpiti non sarà dunque un traguardo così difficile da raggiungere.

Errori da non fare nella dieta per avere addominali scolpiti

Se il vostro obbiettivo è avere addominali perfetti, iniziate allora con l’evitare alimenti che contengono troppe calorie, che sono molto grassi e troppo conditi, cibi fritti, dolci molto elaborati e farciti, alcolici, bevande zuccherate e gassate. Tutti questi alimenti, oltre a far ingrassare, possono provocare gonfiore addominale e impedirvi quindi di raggiungere il vostro scopo.

Altro errore da non commettere nella dieta: bere pochi liquidi. L’idratazione è assolutamente necessaria ed è per questo che dovreste bere tantissima acqua (almeno un litro e mezzo al giorno). I liquidi – l’acqua in particolare – favoriscono la diuresi, la depurazione, l’eliminazione delle tossine, aiutano a combattere e infine a prevenire la ritenzione idrica (uno dei nemici principali degli addominali scolpiti). Avere addominali perfettamente scolpiti significa anche fare esercizio fisico mirato ed è per questo che la sedentarietà è bandita a prescindere.

Un ulteriore errore da non commettere è quello di alimentarsi nei tempi sbagliati. Cosa significa questo? Significa che dovreste suddividere la giornata in modo da fare tre pasti principali (colazione, pranzo e cena) e due spuntini leggeri (a metà mattina e nel pomeriggio), in modo tale da mangiare poco ma spesso. Ed inoltre, che dovreste evitare i digiuni e non arrivare mai ad avvertire il senso di fame e che dovreste concentrare il quantitativo maggiore di calorie assunte a colazione o a pranzo, evitando quindi di caricarvi troppo la sera, quando non avreste il tempo per smaltire tutto ciò che avete mangiato prima di andare a letto.

Nel corso del pasto serale è preferibile consumare cibi più leggeri (meglio evitare un piatto di pasta e preferire del riso), affidandosi soprattutto a verdure o a carni magre e pesce e chiudere infine con della frutta fresca. Non dimenticate, infine, di mangiare molti cibi che contengono fibre (come cereali integrali, frutta e verdura fresche).