Sfila durante la prima giornata di Milano Moda Donna 2017 la collezione Autunno Inverno 2017-2018 di Alberta Ferretti, su una passerella costruita in una location davvero suggestiva, la Rotonda di via Besana, complesso tardo barocco ora sede del MUBA – Museo dei Bambini Milano.

Lo show ha fatto parlare già prima del suo inizio, dato che era stata annunciata la presenza di Halima Aden, la modella somalo americana che ha sfilato con lo hijab, il velo della tradizione islamica che indossa abitualmente.

Non si tratta certo di una novità nel mondo del fashion, tanto che Dolce & Gabbana hanno anche linee dedicate alle donne musulmane, ma è senz’altro inusuale per una settimana della moda italiana. Del resto, meglio stare al passo del mondo che cambia, tanto più che la 19enne Halima ha firmato un contratto con una delle agenzie di moda più importanti del mondo, la IMG Model di New York, la stessa di Gigi e Bella Hadid (anche loro in passerella oggi), Elsa Hosk e Sasha Luss, e la rivedremo sicuramente presto in passerella.

Sono onorata di queste due uscite sulla passerella di Alberta Ferretti. I look che ha scelto per me mi fanno sentire forte. Sono la versione più autentica di me stessa e di quello che voglio rappresentare. Voglio trasmettere un messaggio positivo che ha come tema la bellezza e la diversità”, ha raccontato Halima Aden. Dal canto suo, Alberta Ferretti ha dichiarato: “Vorrei che nel mondo ci fosse sempre più spazio per la convivenza delle diversità. Scegliere Halima per questa passerella è stato del tutto naturale per me, specie adesso che sono appena tornata da una matrimonio ad Abu Dhabi dove ho realizzato l’abito di nozze di una principessa e ho partecipato ad una festa con 2.000 donne. Scoprendo l’energia e la voglia di vita di queste persone, che amano la tradizione dei loro paesi ma anche il lusso della nostra moda”.

Galleria di immagini: Alberta Ferretti Autunno Inverno 2017-2018, foto

E la collezione? Come sempre il Made in Italy, elegante, raffinato, prezioso di Alberta Ferretti non ha certo bisogno di notizie e sensazionalismi per essere notato: i look sono dedicati a Venezia, anzi forse alla Repubblica Marinara di Venezia, visto che a ispirare non è solo il celebre Carnevale (che si tiene proprio in questi giorni), ma anche piazza san Marco, il Leone e il marinaresco.

Si susseguono, dunque, abiti e cappe con la stampa di piazza san Marco e i canali, giacche e cappotti doppio petto con grandi bottoni d’oro e ricami, tessuti stampati a righe, colli alla marinara ma anche tocchi di gran femminilità tra piume e ruches, per eleganti abiti rosa e giallo senape e fluttuanti vestiti da sera neri, rossi e viola.

Tra i look più intriganti, naturalmente quelli ispirati al carnevale con lunghe cappe, ampie, preziose e ricamate sul velluto, a coprire le trasparenze degli abiti, e le affascinanti modelle con cappuccio in testa e maschera sul viso.

A fine show non può mancare il richiamo alla prima Capsule Collection firmata Alberta Ferretti, la Rainbow Week Capsule Collection, sette maglioni in cashmere di sette tonalità diverse, una per ogni giorno della settimana, con tanto di scritta, dal “Monday” al “Sunday”, già quasi completamente esaurita. Sfilano stavolta i maglioni in inedita versione nera ma con scritta colorata, su lunghe gonne colorate.