Milano Moda Donna si apre in pompa magna: dopo Gucci, è arrivato il momento della collezione primavera estate 2017 di Alberta Ferretti. Tante le novità, a partire dalla scelta della location: questa volta gli ospiti sono stati accolti all’interno della Rotonda della Besana, bellissimo e caratteristico edificio storico di Milano.

“Ho deciso di sfilare alla Rotonda della Besana già a inizio estate perché ho pensato, con i miei collaboratori, di trovare un posto che rappresentasse meglio Milano e che fosse meno impersonale di una tensostruttura. La Rotonda della Besana mi sembra una location perfetta sia perché fa parte della storia di Milano sia perché è un luogo molto frequentato dai milanesi. Credo sia giusto che, soprattutto durante la fashion week, Milano abbia l’occasione di far vedere molti dei suoi tesori, proprio come succede nelle altre capitali della moda”, ha spiegato Alberta Ferretti riguardo alla sua scelta.

Passerella a forma di croce, con modelle che sfilavano su tutti i lati, in un interscambio di colori e fruscii, la sfilata si è aperta con Bella Hadid, splendida in una gonna lunga a balze color prugna lucente e top di pelle stile bondage. La nuova collezione di Alberta Ferretti punta tutta sull’eccentricità, sul mescolare il maschile e femminile, risaltando così la femminilità delle donne.

Galleria di immagini: Alberta Ferretti, le immagini della collezione Primavera Estate 2017

I capi vogliono esprimere la bellezza del corpo femminile, ma anche la personalità decisa delle donne di oggi. E allora vediamo abiti che lasciano intravedere la lingerie, kimono decorati seducenti, top di pelle bondage, crop top, vestiti e gonne in chiffon e trasparenti, per esaltare una donna che dichiara apertamente la propria sensualità, invece di sussurrarla, perché libera di esprimersi. La stessa sensualità, del resto, si respira nello show orchestrato dalla stylist Carine Roitfeld.

Protagonisti della sfilata di Alberta Ferretti sono i long dress, le gonne gitane, le trasparenze, i tessuti leggeri e morbidi – tulle, chiffon, seta – che non costringono la donna, ma anche i ricami preziosi e le fantasie decorate a mano di ispirazione orientale. Nota particolare per i colori: la sfilata si è aperta con un tripudio di tonalità diverse, dal viola ametista all’indaco, dal rosso al blu petrolio. Immancabili, poi, i look total black e total white.

Elemento caratterizzante di tutti gli abiti la sovrapposizione di più cinture maschili in vita, sia che si indossi un vestito che un completo giacca-pantalone o un top con gonna. Oltre ai sandali aperti con calzino, le calzature includevano anche comode slipper.