Sono tanti i rimedi naturali con cui prevenire e curare questo fastidioso male di stagione: tra questi c’è anche l’alimentazione, che propone diversi cibi che combattono il raffreddore.

Tra i cibi che possono prevenire e combattere influenza e raffreddore si annoverano naturalmente tè e tisane, dalle numerose proprietà benefiche, ma ci sono anche molti alimenti da mettere nel piatto che permettono di rafforzare il sistema immunitario e anche di accelerare la guarigione.

I cibi, da soli, non possono certo fare miracoli, non sono veri e propri farmaci, tuttavia possono aiutare a prevenire, a guarire prima o a far sentire meglio chi è affetto dal raffreddore, anche i bambini. Importante, poi, inserire questi alimenti all’interno di una dieta diversificata, ricca di frutta e verdura per fare il pieno di vitamine e sali minerali, di cereali integrali e di proteine magre: un’alimentazione e uno stile di vita sani sono la migliore difesa del corpo contro gli invasori virali.

Ecco, adesso, riportati qui di seguito, alcuni alimenti che non devono mancare nel piatto coi primi freddi per stimolare il sistema immunitario e combattere il raffreddore.

  • Kefir. Il kefir, simile allo yogurt, proprio come esso è ricco di probiotici, che migliorano il sistema immunitario aumentando i globuli bianchi. Ma non solo, al contrario del semplice yogurt il kefir contiene anche batteri non transitori, che sono in grado di colonizzare nel tratto intestinale e combattere lieviti patogeni nel corpo.
  • Curcuma. Questa ricca e saporita spezia è stata utilizzata per secoli come parte di medicinali ayurvedici e tradizionali cinesi, oltre ad essere usata per la cottura dei cibi. La curcuma anche nel curry, e il suo colore dorato è il risultato della curcumina, un polifenolo con forti proprietà anti-raffreddore dalle proprietà immunologiche.
  • Aglio. Gran parte delle proprietà dell’aglio in grado di migliorare il sistema immunitario provengono dai suoi composti che contengono zolfo, in particolare da quella chiamata allicina. Questi composti sono efficaci contro le infezioni batteriche, virali, fungine e parassitarie. Tra l’altro hanno caratteristiche anche anti-tumorali e antiossidanti, che aiutano a proteggere le cellule dall’usura quotidiana.
  • Origano. L’attività antiossidante dell’origano è dovuta al suo elevato contenuto di acidi fenolici e flavonoidi, anche anti-infiammatori. L’origano può proteggere contro da raffreddore comune, influenza, febbre e indigestione, ancora meglio se in sinergia con l’aglio e i pomodori, ricchi di beta-carotene e vitamina C.
  • Peperoni rossi. I peperoni rossi hanno due volte il contenuto di vitamina C di qualsiasi altra frutta e verdura, comprese le arance. E da un lato la ricerca non ha confermato che la vitamina C sia in grado di prevenire il raffreddore, si è però certi che l’aumento della somministrazione di vitamina C può ridurre la durata e la gravità dei sintomi.
  • Tè verde. Il tè verde è ricco di polifenoli – antiossidanti vegetali – così come di una serie di altre sostanze chimiche che possono aiutare a proteggere il corpo dal raffreddore o dall’influenza. Utile anche berlo caldo, per aumentare l’effetto calmante e rilassante.
  • Zucca. La zucca è ricca di vitamina A, fondamentale per il sistema immunitario e utile per mantenere in forma il sistema respiratorio.
  • Zenzero. Lo zenzero fresco, in cucina o sotto forma di tisana, permette di sbarazzarsi di germi e tossine. Tra l’altro è utile per placare la nausea che può accompagnare raffreddore e influenza.
  • Ostriche. Lo zinco contenuto nelle ostriche è un toccasana per il sistema immunitario, per proteggere il corpo contro i raffreddori e l’influenza. In particolare, lo zinco migliora la funzione dei linfociti T, importanti per identificare gli antigeni estranei e ad avvertire le altre cellule del sistema immunitario delle “invasioni”.
  • Broccoli. I broccoli e le altre verdure crocifere sono un’ottima fonte di vitamine A, C e E. Inoltre, il broccolo è ricco di glucosinolati, che stimolano il sistema immunitario.