Le contraddizioni della nostra società talvolta mi spiazzano. Ne è un esempio quella sorta di censura perbenista tornata di moda ultimamente,  che spesso faccio fatica a capire, specialmente se rapportata al lassismo tipico dei mass media.

Sotto accusa da qualche giorno un account di Instagram dedicato alle neomamme e all’allattamento al seno: giudicato offensivo per il pudore, in qualche modo volgare, sicuramente “osè”, è stato censurato per poi essere immediatamente dopo ripristinato a causa di un errore di valutazione. L’errore sarà anche di Facebook, che pochi giorni prima ha chiuso lo stesso account per i medesimi motivi?!?

Ma che si tratti di errore o no, francamente a me pare si stia esagerando. Pur non condividendo l’idea di rendere pubbliche immagini di un momento così intimo come l’allattamento, in esse non vedo nulla di volgare nè tantomeno di offensivo.

Anzi: si tratta di momenti pregni di una magia profonda, ineguagliabile, riconducibile al valore della vita. Perchè dover vedere a tutti i costi e sempre qualcosa di malizioso, di malsano, di volgare? Il seno di una donna non è soltanto un oggetto sessuale, il seno di una donna dà la vita e come tale andrebbe rispettato.

Mi sembra invece che la tendenza sia quella di demonizzare il corpo femminile per paura di venire contagiati da una sorta di voyeurismo patologico che ci trascinerà tutti all’inferno. In fondo nulla di diverso rispetto ai tempi in cui le tentazioni venivano messe direttamente al rogo, per smorzare la loro possibile influenza sul nascere.

Lo sfruttamento del corpo femminile, ormai un’abitudine per tv e pubblicità, va fermato; la caduta libera dei valori pure; ma dall’altra non possiamo permetterci di incespicare nella trappola dell’odiosa censura, che rischia al contrario di far percepire il corpo di una donna solo ed esclusivamente come una tentazione, come un “oggetto” da coprire.

Le grazie femminili esistono, e non solo per essere utili durante la ginnastica da materasso, solitaria o no che sia. E censurare le immagini di un allattamento francamente non mi sembra la strada giusta per far passare questo messaggio.

photo credit: OhKyleL via photopin cc