Pierdavide Carone: 21 anni, cantautore, romano di nascita ma cresciuto in Puglia, in provincia di Taranto. In brevissimo eccovi i dati principali che identificano uno dei finalisti di questa nona edizione di “Amici”. Il giovane è ancora in gara per tentare di sollevare il tanto desiderato premio del talent show di Canale 5.

Una bella avventura ricca di sorprese, soddisfazioni, vittorie personali, ostacoli superati e, finalmente, la tanto attesa visibilità che non era riuscito a ottenere prima di entrare nella scuola più invidiata d’Italia. Pierdavide, infatti, prima di essere selezionato per occupare uno dei banchi del talent, aveva mandato le sue creazioni e i suoi testi alle varie case discografiche sotto falsa identità, ma non ottenne mai nessuna risposta.

Oggi lo desiderano tutti i discografici, lo considerano un vero talento, un cantautore dalle doti che ai giorni d’oggi in pochissimi hanno. Un vero stregone dello scrivere, il quale riesce a mixare le parole dando vita a creazioni musicali davvero brillanti, orecchiabili, ricche di significato. Non scrive nulla a caso, ma tutto viene dal suo cuore.

E non a caso la redazione di “Amici” ha affidato a lui, nel mese di ottobre, il ruolo di autore ufficiale del prossimo libro di Amici. Se la sua vena ispiratrice continua a rimanere sul binario percorso fino a ora, senza dubbio Pierdavide darà vita a un libro davvero speciale. Tante sono le sfide combattute all’interno della scuola, contro altri concorrenti, contro sfidanti esterni e contro se stesso.

Ora è arrivato in finale con le sue forze e sostenuto da un pubblico che lo adora. Un ragazzo modesto, ecco come si può definire. Nonostante Valerio Scanu abbia vinto il festival di Sanremo grazie a “Per tutte le volte che…”, testo ideato proprio da Pierdavide, il cantautore non si è mai montato la testa, rimanendo con i piedi per terra.

Dentro la scuola ha trovato l’amore, la ballerina Grazia Striano. Si sono sostenuti a vicenda, soprattutto nella lotta tra Grazia e la maestra Alessandra Celentano. I momenti bui non sono mai mancati, pensiamo ad esempio a quando Pierdavide, pur di salvare la fidanzata, si è fatto paladino in nome dell’amore ed è finito al ballottaggio contro Michele: per fortuna vinse il cantautore.

Tante le soddisfazioni: ha duettato con Fiorella Mannoia e Antonello Venditti. Già per lui è un successo esser arrivato fino a questo punto e, ormai, l’idea di vincere “Amici” non lo abbandona, anzi lo rende ancora più forte nella sua timidezza. Un ragazzo sensibile, disponibile, con pochi grilli per la testa: per lui il successo, vincitore o no, è assicurato.