C’è grande attesa per la puntata di oggi di “Amici“. Si dovranno esibire Paolo, Giorgia e Gabriella, e avranno dei punti in meno per essere stati maleducati contestando il giudizio degli insegnanti e della commissione esterna, in particolare il giudizio di Marco Mangiarotti su Stefan, l’ultimo eliminato dalla scuola dopo la sfida di giovedì. Intanto, si sbroglierà anche la situazione di Francesca Nicolì, che ha dato nuovamente prova di svogliatezza.

I ragazzi si sono ritrovati solidali intorno al ragazzo, contestando aspramente il giudizio degli insegnanti che non hanno gradito affatto la questione, soprattutto perché è stata tirata in ballo la sfidante Federica, colpevole solo di essere stata messa contro Giulia. Ma questo spirito di cameratismo non ha trovato comprensione nelle forme in cui si è concretizzato.

Luca Zanforlin, dopo aver convocato tutti gli interessati, ha spiegato:

Cosa vi da Amici, un programma che esiste da dieci anni? Vi offre dei professionisti, delle lezioni gratuite, vitto e alloggio, fisioterapisti ed è ormai un vero e proprio ufficio di collocamento, lo dimostra il fatto che alcuni vostri ex compagni sono ai primi posti in classifica con i loro CD, vi da anche la possibilità di confrontarvi con giornalisti, discografici, che sono chiamati a valutarvi, voi invece che cosa date?

Il tutto incalzato dallo stesso Mangiarotti:

Sono molti anni che vengo qui, non sono infallibile ma onesto sì, mi piace questo vostro senso del branco, ma non credo di aver detto delle cose a vanvera. Voi spesso vi seccate per dei giudizi, vi dico che questa è ineducazione, che non sapete stare al mondo, questo programma vi risparmia dieci anni di gavetta e voi vivete nell’ignoranza musicale e del linguaggio, io ho fatto del mio meglio, voi avete fatto degli errori, nella scuola e nella vita.

E mentre Luca Zerbi spiegava che non è così facile entrare nel mondo della musica, Alessandra Celentano ha chiosato rivolta a Paolo:

Prima di criticare in maniera così cattiva e volgare una ragazza incolpevole, ti consiglierei di fare un’attenta analisi su te stesso, la tua situazione non è rose e fiori, voi non dovete giudicare ma rispettare i ruoli, ognuno al proprio posto, così non va bene.

Insomma, la questione è spinosa, i tre ragazzi sono stati a un pelo dall’essere espulsi ma alla fine, visto il pentimento, gli insegnanti hanno deciso di dar loro questa punizione. L’esibizione oggi con dei punti in meno, col rischio di collezionare nuove insufficienze.