Angelina Jolie ha rilasciato una lunga intervista a Vanity Fair USA in cui ha parlato del suo divorzio da Brad Pitt, di alcuni problemi di salute, dei progetti lavorativi e del rapporto con i suoi sei figliMaddox, Pax, Shiloh, Zahara, Knox e Vivienne.

L’attrice si è appena trasferita in una nuova casa a Las Feliz, vicino alla casa dove viveva con la famiglia prima del divorzio, con i sei figli, dopo avere vissuto per mesi in affitto a Malibu. La nuova villa ha sei camere da letto e dieci bagni. Angelina Jolie ha parlato della difficoltà organizzativa di ritrovarsi a gestire sei figli da sola, coniugando anche il suo lavoro da attivista e ambasciatrice ONU di buona volontà, oltre che di regista. È stato il periodo più difficile, è stiamo prendendo ora una boccata d’aria. Questa casa è un grande passo avanti per noi e stiamo cercando di fare del nostro meglio per guarire la nostra famiglia”.

Il periodo di crisi coniugale è nato in concomitanza alla scelta dell’attrice di realizzare un film da regista molto sentito, First They Killed My Father, sulla vita degli orfani all’epoca del regime dittatoriale di Pol Pot in Cambogia. Angelina Jolie ha spiegato che il momento di realizzare il documentario, targato Netflix, è stato scelto da Maddox, adottato dall’attivista proprio in Cambogia quando ancora era in fasce.

Mentre lavorava al progetto, che ha visto l’impegno di Maddox in prima persona, le “cose sono andate male… o meglio sono diventate difficili” con Brad Pitt, soprattutto a partire dall’estate 2016, fino ad arrivare alla separazione a settembre dopo il pesante diverbio avuto tra Brad e il figlio più grande su un jet privato. Si è parlato del fatto che l’attore di Troy non fosse più felice di viaggiare sempre e che avrebbe voluto una vita più stabile e normale per tutta la famiglia.

“Il nostro stile di vita non è in nessun modo negativo”, ha replicato Angelina Jolie, “non era il problema. Questo è e rimarrà una delle opportunità che siamo in grado di dare ai nostri figli… sono sei individui forti, aperti, pensati e globali. Sono molto orgogliosa di loro. Sono stati molto coraggiosi”. Coraggiosi quando? “Nei momenti in cui ce n’era bisogno. Noi stiamo cercando tutti di riprenderci dagli eventi che hanno portato alla separazione… non stanno guarendo dal divorzio, ma dalle cose che accadono nella vita”.

L’ammissione pubblica di colpe di Brad Pitt su GQ non ha sorpreso Angelina, la quale non è voluta entrare nei dettagli della separazione, anche se ha commentato i report secondo cui la comunicazione tra i due ex coniugi sarebbe ultimamente migliorata. “Teniamo l’uno all’altro e alla nostra famiglia, e stiamo lavorando tutti e due per raggiungere lo stesso obiettivo. Ero molto preoccupata per mia madre crescendo, molto. Non voglio che i miei figli si preoccupino per me. Penso che sia molto importante piangere nella doccia e non davanti a loro. Devono sapere che tutto andrà bene anche quando non ne sono sicura”.

Angelina Jolie ha anche ammesso di essersi tolta le ovaie in modo preventivo per evitare di ammalarsi di tumore come la madre dopo una serie di accertamenti, a causa di valori del sangue sballati, che avevano suggerito la possibilità di un cancro. Per fortuna, l’esito dei controlli è stato negativo, ma l’attrice ha preferito togliersi il problema preventivamente e andare direttamente in menopausa.

Tuttavia, Angelina Jolie ha sofferto nell’ultimo anno di ipertensione e della paralisi di Bell, causata da un danno ai nervi facciali. “A volte le donne in famiglia si mettono all’ultimo posto fino a che questa cosa si manifesta nella loro salute”, ha commentato l’attrice, aggiungendo di essere guarita grazie all’agopuntura. Dopo, la sua pelle è diventata più secca e ha più capelli grigi di prima. “Non so dirti se è la menopausa o l’anno che ho passato”, ha detto. “Adesso mi sento più una donna perché mi sento intelligente nelle mie scelte, e metto come priorità la mia famiglia, e sono responsabile delle mie scelte di vita e della mia vita. È questo che rende una donna completa”.

Angelina Jolie adesso non ha alcun desiderio di tornare al cinema: “Voglio solo fare delle buone colazioni e tenere in ordine la casa. Questa è la mia passione. A richiesta dei miei figli, prendo lezioni di cucina. Quando vado a letto penso ‘Ho fatto un buon lavoro come mamma o è stata una giornata nella media?’”.

La regista ha anche riallacciato i rapporti con il padre, l’attore Jon Voight, con cui non aveva più legami. “È stato molto bravo a capire quello di cui i suoi nipoti avevano bisogno da loro nonno. Avevo un incontro dallo psicologo la scorsa sera e lui era con i bambini. Conosce le regole: sii un buon nonno creativo, che esce con loro, racconta storie e legge libri in biblioteca”.