La camera da letto che hai sempre sognato, un letto confortevole per riposare bene. Mobili per la stanza da letto che ti permettono di organizzare al meglio ogni cosa e di trovare tutto più facilmente. Tessuti e un’illuminazione che creano un’atmosfera accogliente. Un sogno che puoi trasformare in realtà, ecco cinque stili originali su come arredare la tua camera da letto.

Urban style

Per la casa in città, ideale un arredamento essenziale. Pochi i materiali, pochi i colori, pochi gli oggetti. Il risultato si può ottenere con intonaco rasato a gesso, pavimenti in cemento, nuove plastiche in versione satinata, tessuti tweed rivisitati. Per il letto, l’olmo è l’essenza del momento accanto a rovere, noce americano dalle sfumature rosate e ontano color miele. I legni, trattati con cere e oli naturali e decapati, costituiscono un’ampia gamma di sfumature tra le quali scegliere. Nuovi sono anche i letti in legno con i comodini integrati, a sbalzo per lasciare libera la zona sottostante.

Country Chic

Ironia e fantasia vestono di nuovo il classico stile rustico. Come si vede in questa dimora, casa rifugio dell’artista Coda Zabetta in un piccolo borgo marchigiano, si va dal baldacchino reinventato al letto con l’alto sommier che garantisce il massimo comfort. Uno stratagemma per rendere più caldo l’insieme è lasciare la parete in pietra a vista. Altri materiali e texture suggerite sono: pavimento con vecchi assiti sabbiati, metalli ossidati, mattone a vista o dipinto di bianco.

Notte Minimal

Spazio ai colori neutri declinati nei toni del grigio e del beige e alle contaminazioni dalle quali nasce il greige (grigio + beige). Lo dimostra la stanza da letto del designer e art director Claudio Novaes a San Paolo. Grigio può essere anche il parquet in legno, meglio se materico: non con la superficie vetrificata, ma leggermente segnato dal gioco delle venature. E poi i tessuti e i loro motivi grafici: le collezioni tessili autunno-inverno 2014 puntano su trecce, maglia inglese e grana di riso.

Sonno multicolor

I toni caldi e solari, dal giallo al rosso, sono la palette-colore che riscalda visivamente gli ambienti. Una scelta tipicamente mediterranea, come si apprezza nella camera del designer brasiliano José Antonio Marton. La novità sta nei pattern geometrici che rivisitano gli Anni 70 e che si ritrovano sui copriletto e nei tappeti componibili. In questa visione anche grafica dello spazio, l’armadio è tessile e si chiude con una cerniera. Sulle pareti, i toni forti possono rendere più cocooning la stanza.

Fitness da camera

La camera microcosmo, come l’ampia stanza del collezionista brasiliano Raul Schmidt Felippe Junior, arredata dal designer Arturo Isola, può accogliere una zona relax. E perfino una mini palestra con tapis roulant salva spazio (chiuso ha un ingombro di un solo metro quadrato). Per definire le aree destinate alle diverse funzioni si può ricorrere ai tappeti. In versione zen diventano stuoie effetto tatami. Chi punta sulla stanza del benessere si orienterà verso i moderni sistema-letto, che combinano la rete a doghe e il materasso a memoria di forma.