Woody Allen torna a New York dopo la parentesi spagnola e una trilogia dedicata alla bella Scarlett Johansson. L’attore protagonista del suo ultimo film è Larry David, in “Basta che funzioni” interpreta un ex docente di nome “Boris Yellnikoff” quasi vincitore di un premio Nobel. L’uomo ha da poco tentato il suicidio quando incontra la bellissima “Melodie”, interpretata da Evan Rachel Wood.

La ragazza è una senza fissa dimora, lui è un insopportabile intellettuale divorziato, la giovane ragazza è si bellissima, ma non è dotata di una particolare intelligenza. L’incontro crea una strana attrazione e, nonostante gli amici di entrambi provino a dissuaderli, non ci sarà nulla da fare, i due cedono alla passione irrefrenabile e decidono di sposarsi.

Le cose procederanno per un certo periodo in maniera più o meno stabile, fino a quando i novelli sposini non saranno raggiunti dalla madre di lei “Marietta”, a quel punto gli eventi precipiteranno. L’attore che interpreta “Boris”, Larry David è davvero molto bravo, è il terzo ruolo che interpreta in una produzione di Woody Allen dopo “Radio Days” e “New York stories”.

La sceneggiatura, dalla quale prende vita il film, è stata tenuta dal regista in un cassetto per quasi un trentennio prima di essere tirata fuori. Il film è un buon prodotto, si lascia vedere e scivola via bene, lasciando anche diversi spunti di riflessione. La coppia di attori è davvero frizzante, ma con l’ingresso della suocera nella vicenda la trama diventa esplosiva.