A diciannove è stata eletta la modella dell’anno, è divenuta la testimonial di Dior Beauty e ha lasciato mezzo mondo a bocca aperta quando ha sfilato in rosso fuoco sul red carpet di Cannes: Bella Hadid, sorella minore della più famosa Gigi, lasciava credere che difficilmente qualcosa potesse intaccare quell’aurea di bellezza baciata dalla fortuna che la circonda. Eppure la vita ha quasi sempre molta più fantasia degli uomini e così la news che sta rimbalzando sui media di tutto il mondo non può che lasciare basiti.

Su Instagram, infatti, la modella ha pubblicato una lettera indirizzata a sua madre, Yolanda Foster (origini olandesi e una carriera di celebrity televisiva negli Stati Uniti), in cui esalta il suo coraggio nel combattere la malattia di Lyme, di cui la stessa Bella è affetta insieme a suo fratello Anwar, di 16 anni.

Sono così orgogliosa della mia mamma. Ho pianto vedendo quanto abbia sofferto in questo ultimo periodo“, scrive la ragazza.

E la lettera anticipa di qualche mese l’uscita (che dovrebbe avvenire a febbraio del 2017) di “Believe Me: la mia battaglia contro disabilità invisibile della malattia di Lyme”, il libro in cui Yolanda Foster racconta la sua malattia. È dal 2012, infatti, quando le è stata diagnosticata la patologia, che la Foster tenta di sensibilizzare l’opinione pubblica relativamente a questa malattia definita invisibile, anche attraverso i suoi profili social, su cui racconta la sua esperienza e posta immagini anche dell’ospedale.

«Ho lottato contro il disturbo di Lyme negli ultimi due anni, mi ha debilitato molto, nell’andare a scuola o nel mio lavoro, la cosa che mi appassiona di più», ha rivelato la modella.

I am also SO proud of my mom @yolanda.hadid today and everyday. This book marks such an incredible day for you. I have seen you in bed, struggling for the past 5 years of our lives, thinking to myself ‘why would this happen to such an angel?’ I would cry to myself knowing that there was nothing I could do to help and that there were people going against you and what you are/were going through. Incidents where you would be so sick, not being able to move your bones/body, and I would have to drive you to the hospital at 3 am so I could see you get a shot of something just like every other day you would have to do treatment. You have been in more doctors labs and testing rooms every SINGLE day, then I have ever seen in my life… To find a CURE for people around the world. I have been struggling with Lyme and other co-infections for the past two years which has debilitated me from riding my horses, going to school, and struggling with work which are all the things I am so passionate about. you are the only person that would believe me and understand what I was going through. This book shows Kids and adults with Lyme across the world that you are not alone and we believe you! If you would like to read about @yolanda.hadid journey ‘Believe Me’ is available for preorder on Amazon. I love you mommy

Una foto pubblicata da Bella Hadid (@bellahadid) in data:

Che cos’è la malattia di Lyme? È un’infezione provocato dal morso di una zecca e può provocare dolori articolari diffusi, disturbi neurologici e cardiaci fino a una sorta di artrite reumatoide. La maggior parte dei casi segnalati riguarda il Nord Est, il Midwest superiore, le zone costiere e del Pacifico degli Stati Uniti, perché sono regioni in cui le zecche tendono a vivere. Il New York Times l’ha definita “la malattia infettiva che si diffonde più rapidamente (negli Stati Uniti) dopo Aids“.

In Italia la malattia di Lyme è ancora poco diffusa. Il primo caso risale al 1983, quando è stato identificato in Liguria. I casi sono stati complessivamente poco più di 1300 nel periodo dal 1983 al 1996 e ad oggi non esiste un quadro unitario della epidemiologia sul territorio nazionale.

Non così, invece Oltreoceano, dove qualche anno fa, era stata Avril Lavigne a portare agli onori della cronaca questa patologia, raccontando la sua battaglia e la sua guarigione. Insomma, dalla malattia di Lyme si esce, ma il percorso verso la salute è lungo e molto sofferto: una guarigione che non si può che augurare pronta e certa per Bella Hadid, suo fratello e sua madre Yolanda.

 

TBT Angels of my Soul, sent to me from above…………….. @gigihadid @bellahadid #PreciousMemories #magicmoments #Motherhood #1996 Una foto pubblicata da YOLANDA (@yolanda.hadid) in data: