Brad Pitt e Angelina Jolie hanno festeggiato il secondo anniversario di matrimonio: niente celebrazioni in grande per la coppia più famosa di Hollywood, però, che ha preferito godersi una semplice serata romantica.

I due attori, che si sono sposati il 23 agosto 2014 in gran segreto presso lo Château Miraval in Francia dopo circa 10 anni di relazione – Brad e Angie si erano conosciuti sul set di Mr & Mrs Smith – hanno deciso di festeggiare il loro anniversario con una cena intima al Beverly Hills Hotel di Los Angeles, un albergo 5 stelle della città californiana spesso frequentato dalle star, per poi ripartire il giorno successivo.

Niente figli questa volta: i sei bambini sono stati lasciati alle cure delle tate per una sera, permettendo ai loro genitori di viversi una bella serata romantica. “Sono solo loro due”, ha rivelato una fonte a US Weekly, “Hanno cenato e trascorso lì la notte, e questo è tutto. Se ne sono andati il giorno successivo”.

L’anniversario di matrimonio è arrivato nel mezzo al caos generato dalle voci su un presunto divorzio tra i Brangelina, rumor smentiti anche dalla stessa Angelina Jolie, sebbene sembra ormai chiaro che tra i due ci siano stati momenti di tensione e di crisi, dovuti forse alla gelosia dell’attrice per la coppia di set Brad Pitt – Marion Cotillard, insieme in Allied, ma anche a causa della progressiva perdita di peso dell’interprete di Maleficent. “Vogliono mantenere il loro amore vivo”, ha continuato l’insider, alludendo al perché delle celebrazioni intime tra i due coniugi.

Angelina Jolie e Brad Pitt, comunque, non sono nuovi alle celebrazioni di “basso profilo”, o quanto meno cercano di fare sempre cose semplici e mai ostentate. Anche in occasione del loro matrimonio in Francia, grandi protagonisti della cerimonia erano stati i sei figli della coppia. Il velo dell’abito Armani di Angelina era stato decorato riprendendo i disegni dei piccoli, ma non solo: Pax si occupò del dolce, Zahara e Vivienne dei fiori, Shiloh e Knox degli anelli. Pax e Maddox, inoltre, accompagnarono la mamma all’altare e tutti i bambini hanno aiutato i genitori a scrivere i voti nuziali.