Non sarà il conduttore e non sarà nemmeno una “valletta”, ma Bruno Vespa assicura che quest’anno parteciperà al Festival. Anche se non è ancora ben definito il suo ruolo, il giornalista Rai ha promesso ai suoi sostenitori che sarà sul palco dell’Ariston in occasione dei 150 anni dall’Unità d’Italia.

Quando inizialmente gli proposero di condurre Sanremo, Vespa decise di rifiutare la proposta perché si sentiva a disagio nel ruolo di presentatore di un concorso canoro importante come il Festival della Canzone Italiana:

Sorpreso dalla proposta, ho detto di no. Tengo molto agli ascolti della Rai e non voglio responsabilità di un loro ridimensionamento: chi sa fare spettacolo lo faccia, chi sa fare il resto faccia il resto. Con il direttore di Rai Uno Mazza e il direttore artistico del Festival Giammarco Mazzi stiamo discutendo del resto. Voglio essere utile alla baracca. Sono un giornalista, non un uomo di spettacolo. Sono consapevole dei miei limiti, non voglio fare forzature

Essendo la struttura del Festival ancora in fase di costruzione, l’unico ruolo assegnato è quello del presentatore Gianni Morandi. Al suo fianco, anche se non è stato del tutto ufficializzato, molto probabilmente vedremo Belen Rodriguez e Massimo Ranieri.

Quale sarà il ruolo di Bruno Vespa all’interno di Sanremo 2011? Il direttore di Rai Uno Mauro Mazza vorrebbe assegnargli un posto ben definito all’interno dell’organico sanremese. Si era inizialmente pensato al Dopofestival ma questa ipotesi è stata successivamente scartata. Lo stesso Mazza fa sapere che l’approfondimento giornalistico potrebbe non esserci quest’anno:

È dispendioso ed è qualcosa a cui si può rinunciare.

Ulteriore novità sul Festival 2011 è la presenza dei dialetti. Quest’anno, infatti, l’Accademia di Sanremo ha presentato un concorso con due sezioni: quella della canzone italiana e quella della canzone dialettale. I vincitori di tale concorso dovrebbero poter salire sul palco dell’Ariston, quindi a Sanremo potrebbe esserci una canzone in dialetto.