Davvero tante le tendenze in fatto di cappotti autunno inverno 2017-2018, capi portanti della moda invernale. Come ogni anno, le proposte di stilisti e di brand sono diverse e profondamente variegate, ma a ben guardare è facile riscontrare dei trend che caratterizzano i capispalla più in voga.

Per acquistare il modello migliore? Basta scegliere il colore di tendenza, la lunghezza più adatta alla propria silhouette e il taglio adeguato a seconda dell’occasione in cui si ha intenzione di indossarlo, poiché esistono dei cappotti ideali per il giorno e altri per la sera.

I dettagli da tenere d’occhio? Inserti di pelliccia, martingale, bottoni importanti e ricami preziosi. È in pieno “New Look” che Christian Dior crea i primi cappotti sagomati con la martingala in vita, un modello che quest’anno trova una nuova giovinezza. Senza dimenticare un modello che non passa mai di moda, quello studiato da Anne-Marie Beretta per Max Mara, quintessenza del cappotto femminile: di caldo cashmere, color cammello, lungo fino al polpaccio e con le maniche a Kimono, il 101801, è il capo che contraddistingue le donne in carriera, riproposto come è dal 1981 in ogni collezione. Oltre a questo, vediamo in dettaglio quali sono le tendenze dei cappotti autunno inverno 2017-2018.

Galleria di immagini: Cappotti Autunno Inverno 2017-2018, foto e prezzi
  • Lunghezza alla caviglia: soprattutto il modello a vestaglia, che si chiude con una cintola in vita, si declina con un taglio lungo, ora avvitato ora oversize, a seconda delle preferenze,
  • Colorato: carta da zucchero, rosa pallido, rosso fuoco e blu sono i colori di moda in questo autunno inverno. Un classico il color cammello, il nero e il grigio. Elegante e intramontabile, il cappotto color cammello ha spesso cintura in vita e linea leggermente svasata.
  • Pelliccia: ecologiche e coloratissime, con stampe optical o inserti floreali, ma anche utilizzata come inserto pregiato, su maniche o colli. La pelliccia colorata è il vero must di stagione. Spazio anche al fur coat lungo con i revers, in tonalità naturali come miele, cammello, fango e cioccolato.
  • Colletti e piccole rouches: dettagli in primo piano, per modelli eleganti e romantici insieme.
  • Stile plaid: declinato country oppure mini e bon ton, di ispirazione anni ’70 oppure dal mood grunge, dalle nuance calde oppure bicolor: le fantasie a quadri sono tornate e saranno l’elemento statement di tantissime collezioni e look. Da sfoggiare anche in versione over all.
  • Taglio maschile: doppiopetto, dalle linee dritte, declinati in modelli in bouclè di cotone o in tweed.
  • Decorazioni: dominano i ricami floreali multicolor, che impreziosiscono una parte del capo.
  • Fantasie: tante le trame ricercate, dai quadrettoni multicolor alle onde fino all’animalier.
  • In lana mohair: sono modelli morbidissimi e confortevoli, capaci di assicurare un tocco modaiolo e ironico a ogni look.