È da qualche giorno che su Facebook e altri social network viene condiviso un cruento video tra gli utenti: quello di una bambina in Cina investita da ben due camion e lasciata morire in mezzo all’indifferenza della gente.

Gli utenti più maliziosi hanno subito pensato a un tentativo di troll informatico di cattivo giusto, ma dopo aver letto la notizia su diverse testate giornalistiche sembra proprio che la storia sia vera.

Pochi giorni fa, infatti, è arrivata la conferma dall’ospedale di Foshan che la piccola Wang Yue non ce l’ha fatta dopo aver passato gli ultimi attimi della sua vita su un marciapiede priva di sensi. I passanti che l’hanno ignorata sono stati più di 18 e il video, ripreso dal servizio di videosorveglianza, ha alimentato le polemiche più disparate sul comportamento dei negozianti della zona.

Dopo essere stata investita da un camioncino, passato più volte sul corpo della piccola, sono passati ben 7 minuti prima che qualcuno si degnasse di soccorrere la piccola YueYue. Addirittura, un secondo camion le è passato sopra, senza che la povera bimba potesse fare niente per evitarlo.

La disperazione della madre, dopo aver visto la sua piccola ferita dall’indifferenza delle persone più che dagli incidenti stessi, e il video condiviso su YouTube hanno lasciato tutto il mondo senza parole. I due autisti sono stati già assicurati alla giustizia cinese e il partito comunista della zona del Guangdong vuole modificare la legge affinché sia obbligatorio prestare soccorso a chi si trova in difficoltà. Ma basterà solo questo a cancellare l’orrore di una bambina lasciata morire senza un aiuto?

Di seguito il video, di cui si avvisa la discrezionalità del lettore prima della visione perché molto cruento:

Fonte: Asianews, RaiNews