La cellulite deriva da una perdita di elasticità della pelle e dei vasi sanguigni, con conseguente ristagno di liquidi nel tessuto adiposo: le cause della sua comparsa sono varie, da sedentarietà alla scarsa idratazione corporea, fino a disfunzioni ormonali. La frutta rappresenta un prezioso alleato per prevenire e combattere la cellulite a tavola: favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso, rafforza i capillari e migliora la circolazione del sangue riattivando il microcircolo.

Preferire l’assunzione di frutta ad altri cibi favorisce un regime alimentare utile per contrastare efficacemente la cellulite su più fronti:

Galleria di immagini: Frutta e bellezza

  • Disintossicazione;
  • La cellulite deriva da un ristagno di scorie nei tessuti, quindi passo indispensabile è eliminare le tossine; la frutta, come alimento leggero, non appesantisce l’apparato digerente, viene bene assimilata dall’organismo e ha un’azione disintossicante.

  • Lotta alla ritenione idrica;
  • Il sodio trattiene i liquidi, favorendone il ristagno fra gli interstizi delle cellule: il risultato è una circolazione ostacolata e problematica. La frutta ha uno scarso tasso di sodio, inoltre contiene altri minerali che ne contrastano l’attività, riequilibrando i meccanismi fisiologici di bilanciamento dei liquidi.

  • Circolazione;
  • La frutta è ricca di fibre e stimola la diuresi, inoltre contiene vitamine e altri principi attivi, come gli antociani dei mirtilli, che rinforzano le pareti dei capillari, restituendo efficienza alla circolazione.

  • Idratazione;
  • L’alta percentuale di liquidi contenuta nella frutta stimola l’attività dei reni favorendo la diuresi, aiutando soprattutto in caso di scarsa assunzione di acqua o durante la stagione calda reintegrando attivi e fluidi persi con la sudorazione.

Nel dettaglio molti frutti offrono dei benefici particolari per combattere la cellulite, sia assunti come alimenti per il loro contenuto, sia utilizzando altre parti non commestibili che racchiudono attivi efficaci.

I frutti di bosco come ribes, fragole, lamponi e mirtilli, hanno quantità abbondanti di bioflavonoidi, acido salicilico e vitamina C, che aiutano a mantenere forti le pareti dei capillari, impedendo la fuoriuscita di liquidi.

Ananas e papaia rappresentano una vera e propria cura anticellulite naturale, perché possiedono particolari enzimi che contrastano efficacemente la ritenzione idrica. Questi attivi sono conservati soprattutto nel gambo dell’ananas e nelle foglie di papaia, parti ideali per la preparazione di decotti e tisane che si possono trovare facilmente in erboristeria.

Gli agrumi, quali arance, limoni e pompelmo, contengono molta vitamina C, che protegge i capillari e sostanze che aiutano nell’eliminazione delle tossine come i citrati, particolarmente presenti nel limone.

Le ciliegie combattono apportano minerali utili all’organismo; i loro gambi sono ottimi per la preparazione di decotti diuretici e disintossicanti.

Il kiwi è uno dei frutti con la percentuale più alta di vitamina C, rafforza i vasi sanguigni e combatte la stitichezza, soprattutto se consumato a digiuno, mentre la banana è ricca di potassio che aiuta a contrastare efficacemente l’azione del sodio.