Trovare lavoro è un’impresa ardua per tutti e alle volte si chiede consiglio al proprio amico ma, a questo punto, ci si pone il seguente problema: come poterlo aiutare. Se non si fa questo come mestiere, bisogna cercare di dare una mano entro i limiti delle proprie possibilità. Offrire la propria disponibilità è una buona base dalla quale partire, ma non basta. Bisogna saper distinguere quello che rientra tra le proprie competenze da quello che non rientra: ad esempio, si può essere portati nella comunicazione orale ma meno per quel che concerne la scrittura e le sue svariate forme.

Se si va oltre il proprio campo si rischia di danneggiare l’amico che ha bisogno di trovare lavoro e compromettere la sua candidatura, per questo la sincerità tra amici è ciò che non deve mai mancare. Se per qualche aspetto non si è in grado di sostenerlo, si può consigliare di rivolgersi a qualche altro più esperto.

>> Scopri come trovare lavoro con l’aiuto dei social network

Inoltre, se è vero che il vostro amico deve capire che avete anche voi la vostra vita e i vostri problemi, è anche vero che, nel momento in cui ci si propone dando la propria disponibilità, non si può non rispondere alle email o alle telefonate. Nella compilazione della domanda di lavoro, bisogna far attenzione alla chiarezza nell’esposizione scritta e conseguentemente agli errori grammaticali.

Un particolare essenziale da tener presente è che non deve essere completamente buttato a terra il loro impegno, apportando correzioni dove serve. Inoltre, esistono altri piccoli aiuti nella compilazione del curriculum vitae o nella preparazione del colloquio: stiamo parlando dei consigli che si possono trovare in rete.

Nel momento in cui si sta dando una mano al proprio amico ma non si sa come fare, si può sempre trovare un sito Web che dia i consigli giusti. In questo senso Internet è una risorsa sconfinata ma, come in tutte le cose, nasconde anche delle insidie; perciò è bene valutare con attenzione. Se ci si sente pronti per dare una mano nella preparazione al colloquio, si può iniziare ponendo le domande che sembrano più scontate.

Dopodiché si prende nota di ciò che deve essere migliorato e si lavora insieme per raggiungere lo scopo. Di solito chi vuol trovare lavoro, ma incontra delle difficoltà, ha il morale a pezzi e si sente sempre più sfiduciato. Oltre all’aspetto delle capacità, dunque, un buon amico deve saper sostenere moralmente l’altro e trovare le parole adatte per spronarlo.

Fonte: Savvysugar