Cellulite, un problema diffusissimo che colpisce la maggioranza di noi donne. Grasse, magre, giovani o mature, sono davvero in poche a sfuggirle: circa otto su dieci, infatti, soffrono di questo disturbo.

È ormai largamente noto che la prevenzione di questo inestetismo parte da una corretta alimentazione, coadiuvata da una regolare attività fisica, grazie alla quale è possibile mantenere sempre elastici i tessuti.

È fondamentale, dunque, seguire piccole “regole” generali a tavola, che ci aiutino a mangiare correttamente non solo a livello di quantità, ma anche riguardo alla qualità.

Innanzitutto è di enorme importanza bere almeno un litro e mezzo al giorno di acqua, che è la quantità minima che il nostro corpo deve assumere. Meglio se naturale e lontano dai pasti, per evitare che i succhi digestivi si diluiscano e per permettere l’eliminazione più corretta delle sostanze di rifiuto che vengono ingerite. Chiaramente possiamo approfittare di tisane, centrifugati vegetali e frullati, che ne sono ricchi.

Frutti e verdure non devono mancare mai: crudi o cotti, sono da consumare in grandi quantità, più volte al giorno e soprattutto per spezzare la fame, durante gli spuntini fuori pasto. Apportano infatti quelle vitamine necessarie al buon funzionamento generico del nostro corpo. A tal proposito è bene aggiungere alle minestre dei fiocchi d’avena, orzo e miglio, e usare pane integrale in quanto introducono al nostro organismo le fibre, utili a far trattenere meno grassi e meno liquidi.

In conclusione, un’alimentazione leggera è notoriamente salutare, quindi è consigliato non mangiare troppo in un solo pasto ma mangiare più frequentemente, con pochi grassi animali e fritture, distribuendo le razioni in modo equo.