Quando la scuola finisce ma mamma e papà sono ancora impegnati col lavoro può essere necessario iscrivere i bambini a uno speciale summer camp: per scegliere il campo estivo più adatto alle esigenze dei piccoli però è bene seguire qualche semplice regola.

Le proposte estive pensate per offrire ai bimbi la possibilità di cimentarsi in una serie di attività divertenti ma anche stimolanti sono infatti tantissime e molto diverse l’una dall’altra.

Tra sport, natura e arte, in città come in campagna, ecco come orientarsi nella scelta dei campi estivi.

  • La prima cosa da fare è decidere se scegliere un campus estivo cittadino oppure una proposta al mare, in montagna o al lago. Nel primo caso, si tratta di campi estivi pensati per intrattenere i piccoli in quelle che durante l’anno sono le classiche ore scolastiche. Nel secondo caso invece si tratterà di far trascorrere al bambino un’avventura fuori casa che comprenderà anche il pernottamento. Prima di decidere, dunque, è necessario valutare con attenzione se il bambino è ben disposto a vivere un’esperienza di quel tipo che implica un maggiore distacco dalla famiglia.
  • Seconda cosa importante è poi scegliere il campo estivo in base agli interessi del piccolo: ci sono campus basati su laboratori artistici, su attività sportive come equitazione, calcio o vela, e persino proposte orientate all’apprendimento di una lingua straniera. Ricordate che, affinché il bambino frequenti volentieri un campo estivo, sarà necessario scegliere una proposta basata su attività per lui interessanti e divertenti. Forzarli in una direzione diversa renderà tutto più complicato.
  • Per farsi un’idea di tutte le proposte offerte in materia di campi estivi, potrà essere utile una ricerca approfondita sul web ma anche chiedere il parere di altri genitori: il passaparola, infatti, può rivelarsi un metodo più sicuro nella scelta del campo estivo.
  • Una volta scelto il campo estivo che potrebbe fare al caso vostro, non dimenticate di effettuare dei sopralluoghi preliminari: vedere gli spazi, conoscere gli insegnanti e chiedere informazioni più dettagliate sulle attività proposte sarà infatti di fondamentale importanza per assicurarsi che si tratti della proposta giusta.
  • Infine, per facilitare i piccoli alle prese con l’esperienza del campo estivo, specie se è la prima volta, può essere utile cercare di coinvolgere i genitori di altri compagni di classe: se il bimbo avrà la possibilità di frequentare un campus insieme ai suoi amici si sentirà più sicuro e certamente più motivato.