La dieta five hands è una dieta ad alto contenuto proteico che segue la scia delle sorelle dieta Dukan e dieta Atkins. È diventata popolare a Hollywood perché la sta seguendo Victoria Beckham, poiché vuole dimagrire quei 10 chilogrammi presi durante l’ultima gravidanza.

Si tratta di una dieta drastica, dura da seguire, inusuale ma comunque efficace: consiste nel consumare cinque piccoli pasti al giorno, puntando su alimenti proteici quali ad esempio salmone affumicato, gamberi con peperoncino, sushi di tonno e uova strapazzate, ed escludendo del tutto gruppi alimentari come quelli dei carboidrati complessi. Si possono mangiare le verdure e bisogna bere molta acqua, mentre è necessario eliminare, oltre a pane, pasta e altri carboidrati complessi, anche sale e zucchero.

Chi ha provato tale tipo di dieta dice che sia efficace e che consente davvero di perdere peso in fretta, ma al contempo bisogna prestare molta attenzione poiché, come tutte le {#diete} simili a questa, a lungo andare è dannosa per la {#salute} e potrebbe comportare, tra le varie cose, problemi ai reni. Gli esperti l’hanno bocciata, come ad esempio la nutrizionista Namita Jain, che non consiglierebbe una dieta del genere per dimagrire:

“Queste diete possono far perdere chili velocemente, ma si sa perfettamente che non si può continuare con quel tipo di {#alimentazione} per tutta la vita. Quando si pianificano i pasti, si deve considerare sia il contenuto calorico sia le esigenze del corpo, simultaneamente. Una dieta non bilanciata, che includa solo uno o due {#alimenti} o che tagli del tutto gruppi di alimenti, specie se prolungate nel tempo, può causare seri deficit nutrizionali”.

È dunque consigliato orientarsi su una dieta sana ed equilibrata, dove non manchi nulla, evitando pasti pesanti, snack ipercalorici e cibi fritti, e integrando il tutto con un po’ di attività fisica, che aiuti il corpo a un naturale dimagrimento. A ogni modo, chiunque fosse curioso di sapere cosa si mangia nella dieta five hands, eccone di seguito un esempio giornaliero.

Colazione: tè, frutta fresca, una piccola ciotola di avena

Metà mattina: 1 mela

Pranzo: insalata con germogli, verdure verdi

Tardo pomeriggio: 1 tazza di tè, 2 cracker di grano

Pre-cena: melograno e papaia

Cena: zuppa di verdure, un piatto di verdure grigliate, tofu o pollo a basso contenuto di grassi.

Fonte: MidDay