In casa Dior i profumi sono pensati per stupire e Dior Homme Intense ne è un chiaro esempio. Non un semplice profumo ma un vero e proprio mix di essenze, voluta per permettere a chi la adopera di potersi identificare.

Rivolta a un uomo concreto, dal fascino potente, in grado di trasmettere emozioni forti, che usa questa fragranza come veicolo per estendere la sua personalità. Un eau de parfum dall’anima generosa e raffinata in grado di mostrare la sua sofisticatezza senza ostentarla. Riconoscibile fra mille e con un tocco aggressivo per dimostrare la consapevolezza delle proprie intenzioni.

Fu creato nel 2011 da Francois Demachy, direttore dello sviluppo della divisione profumi del gruppo LMVH di cui fa parte Dior e naso principale di tutte le fragranze della maison, che scelse come testimonial per la campagna pubblicitaria Jude Law, emblema dell’uomo a cui questo profumo si proponeva. Una fragranza che racchiude in se due anime, esprimendole con essenza legnose e floreali sapientemente dosate.

L’analisi olfattiva è molto particolare e racchiude in se elementi che pur differendo molto tra loro per peculiarità e tratti distintivi, in questo caso, si armonizzano egregiamente in un tutt’uno esplosivo e dinamico. La nota di testa è caratterizzata dalla particolarità dell’Iris della toscana, considerato uno degli ingredienti più preziosi per la realizzazione di profumi. Il suo odore riesce a pervadere tutti i sensi e le note farinose e legnose al tempo stesso confluiscono in una escalation di sensazioni. Il mix con la lavanda permane nel naso nel momento in cui si inala per la prima volta questo profumo, per poi trasformarsi e mutare in maniera graduale. È qui che la preziosa ambretta dell’Ecuador prende il sopravvento. Pregiato elemento per i mastri profumieri, benché sia di difficile reperibilità e molto raro rimane uno degli ingredienti più amati all’interno di questo profumo.

Scalda e rende meno spigolosa la fragranza grazie alle note vagamente fruttate, tra il liquore di pera ed il talco di seta, che ne smussano il lato più aggressivo. Il cedro della Virginia è una componente fondamentale, nota di fondo di parecchi profumi maschile, è riproposto anche qui per chiudere di netto il profumo. Riesce a conferire carattere e decisione a qualunque fragranza ed implementa quel grado di virilità ricercato. L’unione col vetiver, pianta di origini indiana dalle note fresche e vagamente legnose, dona robustezza e mascolinità smorzando in maniera quasi accennata le note più forti.