Fabrizio Corona si è costituito a Lisbona. È finito quindi quello che stava ormai diventando un intrigo internazionale, ovvero la sparizione – ma sarebbe più corretto definirla fuga – del controverso fotografo, noto anche per le sue storie d’amore con Nina Moric e Belen Rodriguez.

=> Leggi degli indizi della sparizione di Fabrizio Corona su Facebook

Galleria di immagini: Fabrizio Corona in tribunale

Dov’è finito Fabrizio Corona? È la domanda tormentone che si stava facendo mezza Italia e che ormai non riguardava più nemmeno solo i confini nostrani. Per l’ex paparazzo era stato disposto un mandato di cattura internazionale dalla Procura di Torino; secondo gli inquirenti si trovava ancora sul suolo nazionale, mentre nuove voci lo indicavano già parecchio lontano.

Fabrizio Corona si è invece consegnato oggi a Lisbona alla polizia portoghese, pare perché ormai aveva capito di essere braccato da vicino. Gli ultimi rumor riguardanti l’ex re dei paparazzi lo davano addirittura a Santo Domingo, la capitale della Repubblica Dominicana, ma le voci si sono rivelate infondate.

Intanto Federico Corona, fratello di Fabrizio, ha raccontato a Social Channel le ultime ore che hanno passato in compagnia:

«Sembrava una serata come tante, eravamo a cena e Fabrizio teneva banco come al solito, ma nei suoi occhi si leggeva la paura per una condanna così dura.»

Della sentenza nei confronti di Corona, ormai passata a 7 anni e 10 mesi, ha parlato su Il Giornale anche Vittorio Feltri:

=> Leggi di Fabrizio Corona latitante

«Se mi è concesso, vorrei definirlo con un sostantivo abusato, ma che rende l’idea: sbruffone. Sì, uno sbruffone di talento sprecato, non un delinquente abituale. La condanna a cinque anni di galera è eccessiva, incongrua, come dicono gli avvocati per darsi un po’ di arie. Il reato che gli hanno attribuito fa effetto: estorsione, una specie di rapina a mano armata. In realtà è una faccenda di fotografie malandrine lecitamente scattate con la solita tecnica da rubagalline.»

Secondo quanto riportano i vertici milanesi della Questura, Fabrizio Corona si sarebbe arreso, più che costituito. Diversa la sua versione. Tramite Facebook, Corona ha infatti annunciato in mattinata:

«Sono arrivato adesso in Portogallo dopo quattro giorni di viaggio, mi sto consegnando spontaneamente alle autorità portoghesi.»

Fonte: La Repubblica