Il concepimento può essere favorito seguendo le fasi lunari; a dirlo non sono solo le antiche credenze popolari ma un medico slovacco, Eugen Jonas, che grazie ai suoi studi ha effettivamento messo in correlazione il ciclo fertile della donna con la luna.

Jonas, primario in psichiatria, osservò in ambito ospedaliero che le sue pazienti presentavano una ciclicità nella fertilità di 30 giorni ma non strettamente legata alla mestruazione. Cominciò quindi a consultare vari testi dai quali emerse che il periodo fertile della donna e quindi la sua capacità di concepire sarebbe influenzata dalle fasi lunari.

«La tendenza dell’embrione e perfino il sesso dei figli dipendono in forma decisiva dalla posizione della luna nel momento del concepimento. I risultati dell’indagine hanno reso possibile adesso stabilire anticipatamente i giorni più adeguati per il concepimento al fine di poter determinare il sesso della creatura che nascerà!»

La teoria di Jonas, espressa nel codice cosmobiologico, è stata poi negli anni verificata sia in ambito ostetrico condizionando i parti ai periodi della luna, sia nei metodi anticoncezionali che hanno riscontrato un successo del 98 per cento. Jonas elaborò 4 tipi di calcoli cosmobiologici relativi all’anno successivo a quello della richiesta della donna che gli permisero di rispondere a vari quesiti. Vediamo quali.

Metodo anticoncezionale: per definire i giorni fertili e infertili della donna in base alle fasi lunari e allontanare così il rischio di una gravidanza indesiderata. Calcolo del sesso del nascituro: utile oltre che per aumentare le probabilità di predeterminare il sesso del bambino, anche per evitare di trasmettere alcune malattie al feto. Calcolo della fertilità: per stabilire con certezza i giorni migliori per rimanere incinta. Calcolo della vitalità del bambino: per conoscere in anticipo, i giorni più adatti a garantire la nascita di un bimbo sano. Questo ultimo calcolo è stato statisticamente confermato analizzando un campione di neo-mamme che hanno dato alla luce figli con problemi fisici, proprio in periodi astrali sfavorevoli al concepimento.

Una teoria quella di Jonas che può certamente suscitare scetticismo e perplessità ma che ha dimostrato di avere delle basi che hanno portato a previsioni corrette nella quasi totalità dei casi. In fin dei conti non bisogna dimenticare che se la luna con le sue fasi è in grado di influenzare le maree e le semine, lo stesso può avvenire per la fertilità della donna la quale a sua volta è parte integrante della natura e di questo universo.