Nell’headquarters della Maison in via Solari 35, Fendi porta alla Milano Moda Donna le proposte di Karl Lagerfeld e di Silvia Venturini Fendi per la Primavera Estate 2017: la collezione veste una donna ultra femminile, romantica ma anche ironica e attenta ai dettagli, con un lato “strong”.

Ad aprire le danze è Bella Hadid, che insieme alla sorella Gigi Hadid (anche lei in passerella per Fendi) è una delle presenze fisse in queste sfilate della Settimana della Moda milanese. Un po’ come le righe, che sembrano essere uno dei fil rouge a unire tutte le proposte per la prossima primavera e quindi una delle tendenze da prendere subito in considerazione, da iniziare a coltivare fin da ora o da mettere da parte per il disgelo.

La donna Fendi è prima di tutto un po’ bambina, non disdegna il rosa, colore preferito delle piccole e protagonista delle loro camerette, acconcia i capelli con alti codini aggiungendo alle acconciature tanti piccoli fermagli multicolore.

La sensualità è messa da parte, salvo poi sbucare qua e là da trasparenze e maglioncini con tagli crop top. Le casacche con maniche a sbuffo, strette in vita, dai grandi bottoni e colletti da scolaretta ben chiusi sono abbinate a short e agli stivaletti che sembrano essere ormai diventati un accessorio must have per Fendi in qualunque stagione. A contrasto con i look romantici e morbidi, però, stavolta gli stivaletti hanno ispirazione sportiva, da tessuto tecnico, e sono declinati in modelli bicolore con e senza tacco. Si abbinano perfettamente non solo agli short, alle gonne corte a corolla, con le strutturate longuette a veli sovrapposti, ma anche ai vaporosi pantaloni alla zuava.

Galleria di immagini: Fendi presenta la collezione Primavera Estate 2017, le immagini

Le righe, come accennato, sono le grandi protagoniste anche delle stampe e dei tessuti: di larghezza media, le ritroviamo sia orizzontali che verticali su casacche, gonne, pantaloni e addirittura sulla felpa con gilet di pelliccia incorporata. Preziosi i meravigliosi fiori stampati sulle ampie e romantiche gonne e ricamati sui lunghi abiti trasparenti, come i disegni dorati di ispirazione giapponese delle impalpabili creazioni viste a fine sfilata, mentre sono leziosi i vestiti a sottoveste con spalline lavorate e fiocco ricamato sul petto, proprio come lo sono i gilet tagliati al laser in complicati disegni geometrici.

I colori, oltre al rosa, sono delicati, dal celeste al grigio chiaro passando per il beige, con accenni di giallo, di un sofisticato blu e di un brillante rosso aranciato. Il trucco procede anch’esso per contrasto, è semplice ma le labbra sono ricoperte di glitter, splendenti e ammiccanti.

Impossibile, infine, non parlare delle coloratissime borse, cartelle di dimensioni piccole e medie e con tracolla removibile: le ricoprono fiori, pon pon, applicazioni e piccoli specchi. In una parola: irresistibili.