Un messaggio della Regione Lombardia ai nonni non solo lombardi, ma di tutta Italia. Regione Lombardia ha aperto Palazzo Regione ai nonni e ai nipoti il giorno della festa dei nonni.

Con la Festa dei Nonni, Regione Lombardia ha voluto portare l’attenzione su due figure davvero essenziali per la vita di una famiglia. Infatti, il 2 ottobre, nonni e nipoti si sono riuniti al 39° piano il giorno della festa dei nonni. Tanti i nipoti accorsi nonostante lo sciopero dei mezzi pubblici.

Centinaia di nonni e nipoti sono arrivati insieme, alle 17 del 2 ottobre, al Belvedere più alto d’Italia, al 39° e ultimo piano di Palazzo Lombardia, per godersi una vista straordinaria, ascoltare musica dal vivo e scattare foto irripetibili da conservare o postare subito per condividerle con gli amici.

‘Non mi riferisco dice l’assessore Boscagli – solo all’assistenza che spesso viene data nella cura dei più piccoli, ma ancor più all’importanza della catena intergenerazionale. Ogni bambino, infatti, ogni persona nasce dentro ed è parte di una catena di generazioni che ne costituiscono l’identità personale e sociale’.

”La festa del 2 ottobre conclude Boscagli – ricorrenza degli Angeli Custodi, evidenzia e sottolinea, con il ruolo dei nonni, una più generale attenzione alla persona anziana, persona di esperienza e di storia preziosa per l’intera società”.

Con queste parole, l’assessore alla Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà

Sociale, Giulio Boscagli, ha voluto fare gli auguri a tutti i nonni che quotidianamente aiutano e sostengono le loro famiglie nella cura dei nipoti e in molti casi sono impegnati nel volontariato.