Mancano ormai pochissimi giorni all’ottava edizione del Festival Internazionale del Cibo di Strada.

Il Festival biennale, organizzato da Confesercenti Cesenate, Slow Food Cesena e Conservatoire des Cuisines Méditerranéennes, sbarcherà nel centro storico di Cesena da venerdì 3 a domenica 5 ottobre proponendo cibi da strada dai sapori di tutto il mondo, dalla Grecia al Messico, dalla Romania al Marocco, fino al Perù, Argentina, Kurdistan e molti altri, ovviamente senza dimenticarsi delle nostre regioni italiane.

L’ingresso nell’area del Festival sarà libero e a farne da cornice non sarà la solita Piazza della Libertà, ma anche la Piazza Giovanni Paolo II, antistante il Duomo, che ospiterà la “Street Food Truck Area”, dove si potranno trovare alcune postazioni ovviamente su ruote tra cui La Frasca – Milano Marittima, con Spiedino di paccheri farcito con burrata, ricotta, pesce azzurro e melanzane, con pesto di pistacchi -, HotDog – con salsiccia di tonno pinna gialla e finta maionese ai capperi -, Cinema Divino Food Truck – Faenza, con Piadaburger farcito con salsiccia, fontina, lattuga, pomodori, cipolla marinata -, Migliori – Ascoli Piceno, con Oliva Ascolana del Piceno D.o.p. – ePizza e Mortazza Apecar – Roma, con Pizza e Mortazza e Pizza e Parma.

Un totale con più di 100 chef e addetti alle cucine che lavoreranno per i tre giorni della manifestazione e a questi si aggiungeranno gli chef dei ristoranti che saranno i protagonisti de “Le Cucine di Strada di Tipico a Tavola”.  “Tipico a Tavola. Emilia-Romagna, tradizioni e sapori mediterranei”  non è altro che un progetto che va ad incentivare la promozione della cultura enogastronomica del territorio regionale attraverso la proposta nei ristoranti aderenti, andando a proporre dei piatti realizzati utilizzando ricette e prodotti tipici locali. In occasione di questa ottava edizione sarà possibile assaggiare i piatti di 6 ristoranti di Tipico a Tavola (2 ristoranti per ogni giornata del Festival) che si sono messi in gioco sul tema della più antica forma di gastronomia: la Cucina di Strada.

Verrà anche dedicata una sezione allo Street Coffe, con la degustazione dei caffè del mondo, ma anche semplici spettacoli – come quello di Musica, Arte e Teatro di Strada a cura dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cesena – e incontri, Talk Food, esposizioni, animazioni,  officine gastronomiche con laboratori sul cibo di strada nel Mediterraneo e nel mondo, presentati dal giornalista “gastronomade” Vittorio Castellani aka Chef Kumalè.

Non mancheranno poi anche le prelibatezze provenienti da  ogni parte del mondo come il Churrasco e Angus dall’Argentina, i Falafel dal Kurdistan, tacos, burritos e fajitas dal Messico e ancora il Cous Cous dal Marocco e lo yakisoba dal Giappone; mentre dall’Italia non mancheranno le crocchè di patate e la vera pizza napoletana dalla Campania, la trippa fiorentina dalla Toscana e poi ancora cannoli e arancine di riso dalla Sicilia, piadina e crescioni dalla Romagna e tigelle e borlenghi dall’Emilia.

Ecco le proposte principali:

Venerdì 3 ottobre

Locanda Marcella – Festà di Marano sul Panaro (MO) – chef Catia Fornari

  • Crescentina (tigella) di farro bio con lievito madre, accompagnata con pesto di pancetta al pepe nero
  • Crescentina (tigella) di farina di castagne con lievito madre, accompagnata con caciotta montanara

Osteria Malabocca – Bagnacavallo (RA) – chef Roberto Dalfiume

  • Trinità di Polpette allo Spiedo (polpette di coniglio, di agnello e di maiale con salsa di friggione)

Sabato 4 ottobre

Al Deserto – Cervia (RA) – chef Enrico Lubrano

  • Zucca fritta al cono con gamberi sgusciati, rosmarino di salina e sale di Cervia

Hostaria 900 – Imola (BO) – chef Domenico Di Maggio

  • Bruschettone di pane toscano di Piancaldo cotto al forno a legna con cacciatora di anatra

Domenica 5 ottobre

La Buca (Osteria del Gran Fritto) – Cesenatico (FC) – chef Gregorio Grippo “Il mare in un panino”.

  • Panino con roastbeef di tonno, senape di Digione e panzanella
  • Panino con crudo di ricciola, salsa tonnata alla mandorla e riso nero croccante
  • Panino con sgombro affumicato da noi, cipolla rossa di Tropea, crema di radicchio

Petito – Forlì (FC) – chef Davide Gardini

  • Piè fritta con mousse di squacquerone, salsiccia di Mora Romagnola e zucca affumicata

Per agevolare l’acquisto dei biglietti-consumazione, oltre al tradizionale pagamento in contanti, saranno allestite specifiche casse per acquisto con bancomat e carte di credito, grazie alla collaborazione con Banca di Cesena. Per tutte le info consultare il sito cibodistrada.com.

photocredit: sito ufficiale cibodistrada.com