Un gioco crudele che insiste sulle caratteristiche primordiali dell’uomo. Fu definito così al suo arrivo in Italia il Grande Fratello, un reality che ormai consideriamo una costante nella nostra giornata, nelle nostre abitudini, e non facciamo neppure più caso a un’analisi critica di quello che avviene nella casa. Ma quest’edizione è più strana delle altre: sì perché, finora, le tre eliminate sono state donne, nell’ordine Cristina, Norma Silvestri (nella gallery) e Elisa Lisitano, l’ultima in ordine di tempo.

Elisa, in particolare, ha commentato aspramente l’atteggiamento delle altre concorrenti nei suoi confronti:

Immaginavo di uscire io, sin da quando settimana scorsa ero fra i nominabili. Conoscendo l’ambiente lì dentro, sapevo di essere nominata. Quando ho visto i miei avversari ho pensato, David troppo personaggio, Clivio è il buono che piace a tutti, io sono la più aggressiva, quella che poteva scocciare, alterare gli equilibri interni. Immaginavo anche di finire con Clivio, insomma, me l’aspettavo. Sono entrata e… tante galline in un pollaio non ci possono stare, quindi ci sono state subito quelle ostilità stupide fra donne. Sono stata in crisi all’inizio, quando sono arrivata si erano già formati dei gruppi, le donne si dividevano il letto.

Elisa ha fatto presente una situazione che è molto ricorrente in tutte le edizioni del GF: i ragazzi fanno gruppo, le ragazze un po’ meno e, secondo le circostanze, ma in ogni caso hanno difficoltà ad accettare la nuova arrivata, quella che può prendere per sé tutte le luci e tutte le attenzioni. Per i ragazzi, naturalmente, è diverso: da sempre, gli uomini solidarizzano tra loro, per cui non ci dobbiamo stupire che le donne sono messe in minoranza.

Eppure, se ci pensiamo bene, sono anni che una donna non vince il GF: quali sono, secondo voi, le motivazioni del fenomeno? Eppure, non sono mancate certo le personalità femminili forti all’interno della casa di Cinecittà.