Qualche giorno fa il sito di Mediaset ha riportato la notizia dell’aggressione a Gianluca Zito, concorrente della nona edizione del Grande Fratello.

Tutto è successo a Milano, davanti alla discoteca The Club nella notte tra il 24 e il 25 settembre. La mattina seguente Mattino Cinque ha dato la notizia in TV e successivamente (il 27 settembre) Gianluca è stato ospite di Barbara D’Urso a Domenica Cinque.

Gianluca racconta com’è andata effettivamente la vicenda: dopo la cena con amici è stato invitato da uno dei gestori della discoteca “The Club” come ospite per la serata (non lavorativa).

La security del locale ha cominciato a provocarlo trattenendolo fuori dal locale per qualche minuto. È stato poi fatto entrare e condotto al privè.

Dopo le prime fotografie con fan, un bodyguard ha cominciato a spingerlo sistematicamente accusandolo di essere d’intralcio al passaggio. Lo stesso bodyguard gli ha negato l’accesso al privè dopo che Gianluca si era allontanato un attimo per andare al bagno.

E quando Gianluca ha manifestato l’intenzione di andare via e ha chiesto al bodyguard di calmarsi ha ricevuto come risposta un colpo secco e deciso all’occhio destro ed è stato successivamente aggredito da almeno quattro agenti della security.

La polizia ha indagato: erano buttafuori non qualificati e senza permesso. Il buttafuori al massimo può accompagnarti fuori dal locale.

La discoteca, invece, si difende lanciando accuse pesanti contro l’ex concorrente del GF: il responsabile delle relazioni esterne del “The Club” ha dichiarato che la rissa è avvenuta dopo che Gianluca è stato ritrovato in bagno a fare uso di “sostanze non legali”.

Gianluca risponde giurando di non aver mai fatto uso di sostanze illegali e di avere otto testimoni che hanno assistito all’aggressione (secondo i quali Gianluca non avrebbe provocato le guardie in nessun modo).

Uno dei proprietari del locale mi ha detto: “Gianluca, io non sapevo che eri tu. Per cortesia mettiamoci d’accordo, non chiamare la polizia…” e non mi ha chiesto neanche “come stai”.