“Cara futura mamma…”, si chiama così la nuova campagna di sensibilizzazione ideata in occasione della Giornata Mondiale della Sindrome di Down e promossa dal CoordDown (Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down). Per l’occasione, infatti, è stato creato un toccante spot che vede protagonisti 15 attori e attrici down che si rivolgono direttamente ad una neo-mamma preoccupata per il futuro del proprio figlio affetto dalla Trisomia 21.

Il tema scelto quest’anno è il benessere delle persone con disabilità, intesa come possibilità di integrarsi nella società, nel mondo della scuola e del lavoro. Un uomo e una donna down possono vivere la loro esistenza come chiunque altri, possono innamorarsi, convivere, possono crescere felici perché ne hanno tutti i diritti e le possibilità.

In una nota del sito del CoorDown viene spiegato che “la felicità di un genitore passa attraverso la felicità dei figli ma il benessere di un figlio con sindrome di Down dipende anche dall’inclusione nella società e dalla possibilità di esercitare i propri diritti: una scuola di qualità, il giusto numero di ore di sostegno, i necessari interventi riabilitativi precoci, l’opportunità di trovare un lavoro, come chiunque altro. L’obiettivo della Giornata Mondiale è anche quello di diffondere una nuova cultura della diversità e una maggior conoscenza delle persone con sindrome di Down“.