Il rumor arriva direttamente da oltreoceano, precisamente da Entertainment Weekly, solitamente bene informata sui retroscena delle serie TV: pare che Katherine Heigl, la dottoressa Izzie Stevens in Grey’s Anatomy, abbia abbandonato definitivamente lo show.

La fonte anonima ha parlato di contrasti insanabili fra l’attrice e i produttori, dovuti sia ad altri impegni per la Heigl, sia a vari contrasti avvenuti nel corso del tempo. Campanelli d’allarme, infatti, ce ne sono stati diversi, come quando l’attrice, ospite nel programma di David Letterman, criticò duramente le condizioni di lavoro imposte dai produttori. Shonda Rhimes, ideatrice della serie TV, pare abbia già dato il consenso alla rescissione del contratto.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la negligenza dell’attrice nel presentarsi sul set per girare gli ultimi episodi della sesta serie. Dal 1 marzo in poi il cast ha girato le puntate, ma della Heigl nessuna traccia. Per fortuna degli sceneggiatori il personaggio di Izzie Stevens, già nel corso della sesta stagione, non era affatto in primo piano. Sarà dunque semplice giustificare la scomparsa di un personaggio che già da diverso tempo latitava dalla scena.

Non è neppure la prima volta che Grey’s Anatomy ha dovuto fare i conti con un’improvvisa defezione nel cast: fra terza e quarta serie è stato rescisso il contratto di Isaiah Washington (Dr. Preston Burke) per aver offeso T. R. Knight (George O’Malley) in merito alla sua sessualità chiamandolo “faggot”, un pesante insulto contro i gay. Quest’ultimo si sarebbe poi dichiarato omosessuale qualche tempo dopo.