Certo non si può stare attenti a tutto quello che si mangia, altrimenti si rischia di diventare “quelli che fanno una vita da malati per morire da sani”, come diceva Jannacci”. Però, quando si tratta di cibo, è bene prendere qualche precauzione e cercare di evitare, o di consumare il meno possibile, alcuni alimenti che alla lunga potrebbero nuocere alla nostra salute. Ecco per esempio 5 cose che è meglio non mangiare:

1. Il dado: riesce a dare sapore a ciò che non ha sapore e a migliorare notevolmente il gusto delle pietanze, peccato però che contenga glutammato monosodico, un additivo che può causare anche il cancro.

2. Chewingum: contengono, nella quasi totalità dei casi, dolcificanti nocivi come l’ aspartame e l’ acesulfame-k veri killer per l’organismo.

3. Wurstel e mortadella: sono entrambi alimenti realizzati con carne macinata finissima, impossibile da riconoscere… un’ ottima occasione per utilizzare la carne di più infimo livello.

4. Sottilette e formaggini: sono composti da miscele di formaggi non fermentati a sufficienza, o invendibili, o avariati che vengono fusi tutti assieme e resi morbidi spesso grazie all’ utilizzo dei pericolosi polifosfati.  La presenza nella lista degli ingredienti di Citrato di sodio (E331) indica l’ utilizzo di prodotti ottenuti da scarti di lavorazione i quali vengono composti chimicamente proprio grazie a questo additivo.

5. Patatine aromatizzate: spesso non sono nemmeno composte da patate (o ne contengono solo una piccola percentuale..). Il sapore di formaggio o di pizza viene dato grazie all’utilizzo di aromi appositi.

photo credit: Foread via photopin cc