Molte future mamme scelgono di frequentare i corsi pre parto per combattere l’ansia e condividere l’esperienza della maternità, soprattutto se si tratta del primo figlio. Per la maggior parte delle donne in gravidanza il travaglio e il parto possono infatti rappresentare fonti di timore, anche se si tratta di momenti gioiosi.

Ma quale è l’utilità del corso pre parto? Prima di tutto, è necessario che entrambi i membri della coppia siano favorevoli all’iniziativa, infatti le informazioni che si ricevono durante la frequenza degli incontri aprono comunque un mondo nuovo, e a volte complicato, nel quale tutti e due i futuri genitori si stanno per affacciare.

Fondamentale, per evitare che questi corsi si rivelino pressocché inutili, è saper scegliere la struttura: seria, raccomandata dagli specialisti o da altre coppie e guidata da personale professionale, indipendentemente dalla tipologia (cosnultori familiari, Asl, reparti di maternità).

A beneficiare dei vantaggi concreti dei corsi pre parto sono soprattutto le donne che possono fare un parto naturale: infatti durante il corso si acquisisce maggior fiducia in se stesse e nelle proprie capacità di vincere il dolore, o comunque di domarlo. Questo non implica, però, che le gestanti che affronteranno un taglio cesareo debbano escludersi da tale esperienza.

Generalmente i corsi pre parto sono condotti dalle ostetriche, spesso supportate da fisioterapisti esperti, ginecologi, un nutrizionista o un dietista, e infine uno psicologo. Tale esperienza fornisce una preparazione su come affrontare i cambiamenti fisici della gravidanza e i disagi che, com’è noto, spesso comporta. Fondamentale per la donna è il confronto con altre realtà, esposte dalle altre future mamme, e la condivisione degli stessi dubbi e delle medesime paure.

Il futuro papà, invece, imparerà a gestire la situazione e a sostenere la propria partner durante la nascita del bambino. Si impareranno le tecniche di rilassamento, esercizi fisici importanti da fare in gravidanza, come anche appositi massaggi utili alla partoriente. Oltre ai vari aspetti emotivi e fisiologici del parto, inoltre, si potranno ricevere informazioni generali su come condurre la vita appena tornati a casa con il “nuovo arrivato” e come affrontare l’allattamento.

Se si ha la fortuna di frequentare un corso pre parto nella struttura prescelta per partorire, infine, potrebbe essere molto utile per acquisire maggiori informazioni chiedendo direttamente al personale addetto, che solitamente illustra anche fisicamente gli ambienti (sala travaglio, sala parto, nido e possibilità del rooming-in).

Fonte: Americanpregnancy