È nato a Ronciglione (VT) il giorno di Natale del 1988 e ha cominciato a cantare a soli 14 anni: si tratta di Marco Mengoni, uno dei tre finalisti della terza edizione di X-Factor.

Scelto da Morgan per la squadra degli under 24, Marco si è rivelato un vero e proprio talento nel corso di questa edizione del programma.

In un’intervista a TgCom, il giovane cantante ha rivelato ai lettori di aver fatto una una lunga gavetta prima di presentarsi ai provini del talent di Rai Due:

Ho fatto mille lavori tra cui il barman, pianobar, suonavo ai matrimoni ma cantavo anche nei primi gruppi, dove ho scoperto il piacere di far musica. È da quando avevo 14 anni che lavoro. Mia mamma era anche contraria alla mia decisione: avrebbe preferito che io studiassi.

Marco ha cominciato il suo percorso all’interno della trasmissione dalla prima puntata e non è mai stato mandato al ballottaggio dal pubblico a casa.

Nell’intervista, il finalista del giudice Morgan ha parlato di sé stesso, spiegando al pubblico di essere stato in passato una persona molto diversa, quasi come se dovesse convivere con due Marco diversi:

Il primo era molto più timido di quello di adesso, insicuro e non si accettava, pesava anche 95 kg! Ma adesso va molto meglio. Ho cercato di conoscere bene le debolezze e i miei difetti, di cui ne sono ricco. L’unico pregio che ho è stato il fatto di accettarli e riconoscerli. Sono una persona permalosa e gelosa

“Dove si vola” è il titolo del suo inedito, cantato per la prima volta sul palco di X-Factor durante la scorsa puntata. Riuscirà il cantante del Pirata a confermare l’amore del pubblico? Riuscirà ad emozionarlo al punto da essere decretato vincitore della terza edizione di X-Factor?

Di seguito, il video del pezzo inedito cantato durante la semifinale: